Plesso di Panicaglia: 'Gli spazi ci sono'. Il Comune risponde ai genitori

Attualità
visibility490 - venerdì 31 luglio 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
La scuola di Panicaglia
La scuola di Panicaglia © Google

In riferimento alla lettera (clicca qui) dei genitori dei bambini iscritti alla scuola d’infanzia di Panicaglia, che chiedono di porre attenzione alla situazione che andrà a crearsi all’inizio dell’anno scolastico in tale plesso, con la collocazione di due sezioni provenienti dall’infanzia Arcobaleno, l’amministrazione Comunale e l’Istituto Comprensivo precisano quanto segue:

- Di essere consapevoli dei disagi, che nell’attuale situazione di emergenza epidemiologica esistono in qualsiasi contesto scolastico. Confermano che di fronte alla necessità di spostare le tre sezioni dell’Arcobaleno, per i previsti lavori di adeguamento sismico del plesso, Comune e Istituzione scolastica si sono attivati, per individuare e condividere la scelta che meglio rispondesse alle esigenze didattiche e dei bambini: a tal fine sono stati fatti sopralluoghi congiunti (Comune e scuola) in vari plessi ed esaminate possibili alternative; tutte le alternative sono state scartate per la inadeguatezza e inidoneità dei locali all’accoglienza di bambini di età 3-6 anni. Al termine di questo percorso è maturata la scelta del plesso di Panicaglia per due delle tre sezioni da spostare, dopo aver acquisito il parere positivo dal responsabile della sicurezza della scuola, circa l’idoneità della scuola di Panicaglia ad ospitare le due sezioni dell’Arcobaleno, durante la Conferenza dei servizi di istruzione dell’8 luglio 2020. A tale riguardo preme precisare l’edificio ha una superficie di 822 mq e che i quattro spazi aula destinati ad accogliere altrettante sezioni presentano un indice di superficie di circa 2,8 mq/alunno, ben superiore all’indice standard di superficie minimo pari a 1,80 mq/alunno.

- Comune e scuola sono impegnati a individuare soluzioni che possano limitare eventuali disagi e che garantiscano il rispetto delle linee guida per la fascia 3-6 anni, nel periodo di emergenza COVID-19. In particolare il plesso di Panicaglia, sul quale l’Amministrazione comunale ha investito nel 2008 oltre 1,3 mln di euro, sarà destinatario di fondi comunali, appositamente dedicati a quegli interventi, individuati dalla scuola come prioritari per l’emergenza sanitaria. Tali risorse economiche saranno integrate con quelle a disposizione della scuola, come concordato nelle Conferenze dei Servizi, tenutesi in questi mesi.

- Per dare ulteriori garanzie di salvaguardia della salute dei bambini e degli insegnanti, per offrire opportunità didattiche e per alleggerire il plesso in occasione di specifiche attività, laboratoriali e motorie, l’Amministrazione ha anche ottenuto la disponibilità del Circolo di Panicaglia e del relativo spazio esterno, attiguo alla scuola

- In riferimento ai lavori in corso alla scuola Arcobaleno occorre ribadire che, a fronte di tre mesi di chiusura, non possono essere posticipati né annullati, sia per non disperdere le ingenti risorse economiche assegnate sia perché impossibile riaprire la scuola senza l’ultimazione ed il collaudo statico delle opere strutturali previste nell’appalto. In merito a questo intervento scuola e comune hanno fatto 8 incontri e riunioni, due conferenze dei servizi, una commissione consiliare, e due riunioni con i genitori dell’Arcobaleno nella quale sono state date risposte concrete su problematiche legate ai servizi (Trasporti, pre-scuola e servizio per i genitori senza auto in caso di malessere del bimbo)

Con coscienza e nel rispetto delle norme, l’Amministrazione e la scuola hanno dimostrato nel tempo, con le battaglie sostenute e le importanti risorse economiche messe in campo, il valore e l’importanza che riconoscono alla scuola e alle nuove generazioni di cittadini.

Per i lavori di messa in sicurezza dei locali scolastici il Comune ha intercettato e investito risorse economiche ingenti, mettendo sempre la scuola e la sicurezza dei bambini come priorità nei piani d’investimento dell’Ente.

Possiamo infine assicurare ai genitori che Scuola e Amministrazione, con tutte le loro componenti (uffici e docenti, personale ATA, dirigente scolastico e assessore) hanno lavorato e continueranno a lavorare insieme per il buon andamento dell’anno scolastico e per offrire ai bambini ambienti accoglienti e percorsi didattici di qualità, in un momento storico straordinario e costellato da numerose incertezze, nel rispetto delle norme, ma soprattutto consci che soltanto con serenità e spirito collaborativo potranno essere affrontate le situazioni che di volta in volta si verificheranno.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • patrizio ha scritto il 01 agosto 2020 alle 10:23 :

    a tale riguardo preme informare che 882 mq comprendono TUTTO il plesso...bagni, sgabuzzini, palestra cortile entrata ecc. chissà se a Borgo San Lorenzo i sindaco e la vice usano la stessa APP della ministra Azzolina per determinare gli spazi, Rispondi a patrizio

  • Marco ha scritto il 31 luglio 2020 alle 15:25 :

    Appunto, due riunioni con i genitori dell'arcobaleno. E con quelli di Panicaglia? Rispondi a Marco