L'eolico Mugello in Parlamento. L'intervento della Senatrice Montevecchi

Nell'ambito del dibattito sul decreto semplificazioni

Attualità
visibility302 - mercoledì 28 luglio 2021
di Redazione
Più informazioni su
L'intervento della senatrice Montevecchi
L'intervento della senatrice Montevecchi © N.c.

Nell'ambito del dibattito sul decreto semplificazioni la senatrice Cinque Stelle Michela Montevecchi ha parlato in Parlamento anche del progetto di impianto eolico in Mugello. In generale i rilievi della senatrice in merito al decreto riguardano, ad esempio, i rischi insiti nel fatto che sono stati ridotti i tempi per i pareri e nel fatto che, ad esempio, i pareri delle soprintendenze potranno essere avocati.

Il tutto portarebbe, così, a mettere a rischio diritti costituzionalmente garantiti. E in questo caso ha richiamato l'articolo 9 della Costituzione che richiama alla tutela del patrimonio artistico e paesaggistico. Dobbiamo fare attenzione - ha detto - che la nostra necessità di eliminare le fonti fossili non vada a danno della biodidersità. E in questo ragionamento ha citato il progetto di impianto eolico in Mugello.

In questo caso, ha detto, 90 ettari di foresta che in totale assorbirebbero 657 tonnellate di Co2 e ne rilascerebbero 650 di ossigeno potrebbero essere rasi al suolo per fare un impianto industriale eolico. Questo - ha concluso - potrebbe accadere sul crinale del Mugello. Siamo tutti d'accordo sulla necessità di semplificare e della transizione ecologica. Ma questo deve avvenire nel rispetto della biodiversità e nel rispetto delle comunità. Altrimenti ci troveremmo in un grande paradosso ecologico. 

Lascia il tuo commento
commenti