Incidente mortale a Pianvallico, in auto due fratelli. Aggiornamenti

Saverio Zeni

Incidente mortale a Pianvallico, in auto due fratelli. Aggiornamenti

Incidente mortale a Pianvallico, in auto due fratelli. Aggiornamenti
21/04/2019

Aggiornamento di mercoledì 24 aprile, ore 9 – Secondo quanto si apprende dalle forze dell’ordine i tre ragazzi sull’auto erano dei giovani residenti nella zona di Scarperia, tutti di nazionalità albanese. Il deceduto, le cui iniziali sono K.E., era nato (come detto) nel 1993 e a bordo dell’auto si trovava anche suo fratello 19enne (come detto portato in ospedale a Borgo in codice rosso). L’auto era condotta da un amico (anche lui 26enne) e anche lui come detto portato a Borgo in codice rosso.  Ancora non si conoscono le cause dell’incidente e se vi abbia influito la velocità. Come da prassi sono scattate comunque tutte le verifiche e le analisi del caso.

Intorno alle ore 01,00 di questa notte (tra martedì 23 e mercoledi 24 aprile), si è verificato un grave incidente stradale sul Viale J.F. Kennedy (sp 503 zona Pianvallico). Dalle prime informazioni giunte in redazione sembra che si tratti di una Seat Ibiza, la quale sbandando, è andata a scontrarsi contro un albero. Nell’impatto ha perso la vita un giovane 26enne e altri due giovani (19 e 26 anni) sono stati trasportati in codice rosso all’Ospedale di Borgo San Lorenzo.

Sul posto sono giunte 4 ambulanze, Carabinieri e Vigili del Fuoco, i quali si sono prodigati per estrarre i feriti dall’abitacolo dell’auto. Per svolgere le operazioni di soccorso la strada è stata momentaneamente chiusa con conseguente deviazione del traffico su strade alternative.

Notizia in aggiornamento

Articoli Correlati

Saverio Zeni


Responsabile del quotidiano online OK!Mugello.it, attualmente Project Manager presso Sindimedia Srl. Esperto in comunicazione digitale e delle tematiche relative alla Green Economy, sviluppo sostenibile. Solution manager e consulente per aziende. Ideatore e creativo per progetti di comunicazione online.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA