Mostro di Firenze: presentata l'edizione aggiornata del libro di Paolo Cochi

Cronaca
visibility1831 - sabato 26 settembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
La presentazione del libro
La presentazione del libro © Alessia Benelli

Ieri sera (venerdì 25 settembre) al centro commerciale I Gigli è stata presentata la nuova edizione del libro di Paolo Cochi 'Mostro di Firenze. Al di là di ogni ragionevole dubbio'.

Cochi, documentarista e scrittore, è uno dei massimi esperti delle vicende del Mostro di Firenze. Alla presentazione erano presenti oltre all'autore, due suoi collaboratori (Martino Rossi e Valeria Vecchione) e Saverio Zeni, editore di Ok!News24.

Il nuovo testo contiene tutte le ultime novità sul caso e tanta altra documentazione inedita rispetto all'edizione precedente. Tra le novità del Libro di Paolo Cochi, giunto alla terza edizione, una interessante pista percorsa dai Carabinieri di Borgo nel 1984, subito abbandonata.

Nella nuova edizione Cochi parla del cosiddetto 'Uomo del Mugello', un personaggio avvistato da diversi testimoni nei giorni antecedenti all'omicidio del Boschetto a Vicchio. E poi la pista mugellana torna ad essere preponderante nelle nuove pagine del testo perché Cochi pubblica atti documentali per i quali la famosa Beretta sarebbe stata rubata in un'armeria di Borgo San Lorenzo nel 1975.

Tante pagine ed illustrazioni fotografiche, direttamente dagli archivi della documentazione processuale, sono contenute nel volume ormai diventato un cult per gli appassionati della vicenda, ma non solo.

Il libro “Mostro di Firenze – Al di la’ di ogni ragionevole dubbio – Edizione 2020 – Runa editrice” non sposa alcuna tesi specifica, ma approfondisce in maniera meticolosa e documentale tutti gli aspetti editi ed inediti del caso più complesso e controverso della storia giudiziaria e criminale di questo paese. L’edizione è molto più corposa della precedente ed è ampliata in 550 pagine di attenta analisi critica.

Ben 200 pagine in più della precedente edizione. Suddiviso in tre parti, risulta il testo più completo in termini d'informazioni. L’ultima parte è dedicata all’indagine ancora in corso.


Lascia il tuo commento
commenti