Presentato il nuovo sistema integrato di soccorso per le aree Appenniniche

Accordo Direzioni regionali Toscana e Emilia-Romagna per sistema di soccorso integrato nelle aree di confine

Attualità
visibility975 - venerdì 28 maggio 2021
di Redazione
Più informazioni su
Una mappa con le aree di competenza e primo intervento
Una mappa con le aree di competenza e primo intervento © OK!Mugello

Aggiornamento delle 18:00 - Come anticipato da OKMugello questa mattina, è stato presentato il nuovo sistema di soccorso integrato in zona Appenninica. Una nuova modalità organizzativa (e non solo) basata anche su attenti studi delle distanze, delle forze disponibili e dei tempi di percorrenza. Per garantire un soccorso il più possibile veloce e tempestivo. Spiega ad esempio il presidente dell'Unione dei Comuni del Mugello (e sindaco di Palazzuolo sul Senio) Philip Gian Piero Moschetti.

“E' un accordo estremamente importante e innovativo, con il Mugello che fa da apripista. Infatti viene istituito e attivato un sistema di soccorso integrato nell'Appennino tosco-emiliano e questo consentirà un ancor più rapido intervento delle squadre dei Vigili del Fuoco in caso di emergenze, incidenti e incendi nei territori di confine".

Ricordiamo che sono parte integrante e fondamentale di questo sistema i distaccamenti di Vigili del Fuoco Volontari (come quello di Marradi), che per fortuna stanno incontrando anche nuove adesioni. 

Le Direzioni regionali dei Vigili del Fuoco della Toscana e dell'Emilia Romagna attivano un “Sistema di soccorso integrato in zona appenninica”. Nasce cioè un “Distretto Appenninico Tosco-Romagnolo” dei VVF.

Il protocollo d'intesa stipulato tra le due Direzioni regionali prevede l'operatività dei comandi e delle articolazioni locali negli interventi di soccorso pubblico di competenza, con notevoli vantaggi in termini di tempestività, efficienza ed efficacia. I comuni interessati sono quelli di confine, ovvero Firenzuola, Marradi e Palazzuolo sul Senio nell'Alto Mugello, Brisighella, Modigliana, Casola Valsenio, Castiglione dei Pepoli, Monghidoro, Fontanelice.

“Con il protocollo stipulato tra le Direzioni Vigili del Fuoco Emilia Romagna e Toscana si formalizza un progetto che ha superato le storiche competenze territoriali con l’obiettivo di potenziare l’integrazione tra le risorse Vigili del Fuoco delle due regioni nell’area dell’Appennino Tosco-Romagnolo al fine di rispondere alle richieste di soccorso di competenza dei Vigili del Fuoco con sempre maggior tempestività efficacia ed efficienza. L’area interessata, per conformazione del territorio, viabilità e distribuzione delle strutture del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco è quella ove l’integrazione interregionale delle risorse porta maggiori vantaggi operativi”, dichiara il Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco Prefetto Laura Lega.

L'accordo relativo al “Sistema di soccorso integrato in zona appenninica tra le province di Firenze, Bologna, Ravenna e Forlì-Cesena” stipulato tra le Direzioni Regionali Vigili del Fuoco della Toscana e dell'Emilia Romagna sarà presentato questo pomeriggio. Vi aggiornaremo

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mugelli Giampiero ha scritto il 29 maggio 2021 alle 15:40 :

    Ho gia commentato nel primo notiziario con immensa soddisfazione Rispondi a Mugelli Giampiero

  • Mugelli Giampiero ha scritto il 29 maggio 2021 alle 15:38 :

    Finalmente un provvedimento di utilità ineccepibile, qualcosa che può salvare i nostri appennini e le persone che si inoltrano nei boschi Rispondi a Mugelli Giampiero