Pubblicità

148.000 euro da Unione Comuni a SdS per abbattere liste d’attesa. I Presidenti Omoboni e Izzo: “Sinergia per farci carico dei bisogni dei cittadini”. Ecco la nota che spiega l’iniziativa:

Sociale, sinergia e collaborazione istituzionale tra Unione dei Comuni e SdS Mugello per intervenire sui bisogni dei cittadini mugellani. La Giunta dell’Unione dei Comuni ha deciso di destinare 148mila euro dell’avanzo di amministrazione alla Società della Salute per incrementare i servizi gestiti in forma associata su delega dei Comuni e abbattere le liste d’attesa.

Le ulteriori risorse a disposizione, i 148.000 euro assegnati dall’Unione dei Comuni, consentiranno di affrontare la crescita dei bisogni, anche nell’ottica di monitorare e contenere la presenza di utenti in lista d’attesa. Particolare attenzione si presterà su welfare leggero e mensa anziani, assistenza domiciliare ed educativa domiciliare, oltre a Rsa. Un piano d’azione rapido e progressivo sarà messo in atto dal direttore della SdS Mugello Michele Mezzacappa.

Più in generale, nel bilancio di previsione 2018 della SdS Mugello sono stati stanziati per la gestione associata 4.575.000 euro, con una copertura finanziaria del 78%, cioè oltre 3.500.000 euro, di conferimenti comunali. Un impegno finanziario degli 8 Comuni del Mugello in linea con quello evidenziato nel bilancio di esercizio 2017, nel sostenere la gestione associata dei servizi nel settore sociale che è ammontata a 4.249.000 euro circa.

Nel tempo i bisogni sociali e assistenziali sono aumentati e si sono diversificati, anche in ragione del processo di invecchiamento della popolazione residente, e conseguentemente si registrano maggiori richieste assistenziali, sia per i servizi residenziali che per quelli domiciliari, con costi più onerosi.

“Il nostro impegno è di essere vicini ai cittadini, a servizio dei cittadini, facendoci carico dei problemi e dei bisogni. Ed è da qui che scaturisce questa sinergia tra istituzioni – sottolineano il presidente dell’Unione dei Comuni e frlla SdS del Mugello, Paolo Omoboni e Roberto Izzo -. L’Unione dei Comuni ha deciso di mettere a disposizione della SdS risorse dell’avanzo d’amministrazione e con queste risorse la SdS potrà intervenire ulteriormente là dove sono i bisogni della comunità, in particolare agendo in maniera decisa su situazioni attualmente in lista d’attesa”.

 

Pubblicità
Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.