Uffici postali. Chiuse le frazioni e orari ridotti. La 'mappa'

Quali sono aperti e quali chiusi, e con quali orari

Attualità
visibility6554 - giovedì 12 marzo 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Poste
Poste © maxinnaberlin

In seguito all'epidemia di Coronavirus anche le poste hanno ridotto gli sportelli aperti al pubblico e gli orari. In Mugello, in particolare, risultano chiusi alcuni uffici postali, specie nelle frazioni. Nel Comune di Borgo San Lorenzo, ad esempio, gli uffici di Luco, Ronta e Panicaglia sono chiusi, mentre Borgo San Lorenzo sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 8:20 alle 13:35 e il sabato dalle 8:20 alle 12:35 (il sindaco Paolo Omoboni riferisce ad OK!Mugello di dichiararsi contrario a tale scelta che non va secondo lui nella direzione di limitare gli assembramenti).

Anche a Barberino di Mugello l'ufficio risulta aperto aperto dalle 8:20 alle 13:35 , ma Galliano è chiuso.

In Alto Mugello è chiuso l'ufficio di Lutirano (Marradi) e quelli di Piancaldoli e Traversa (Firenzuola). Mentre a Palazzuolo sul Senio l'ufficio sarà aperto solo il lunedì, il mercoledì ed il venerdì.

Nella zona di Vaglia aperto solo l'ufficio del capoluogo e chiusi gli uffici di Bivigliano e Pratolino e Caldine.

Nella zona di Scarperia e San Piero risulta aperto l'ufficio postale di San Piero a Sieve ma chiusi quelli di Scarperia e di Sant'Agata

In Valdiesieve chiusi Molin del Piano, Pomino, e Santa Brigida. Aperti solo la mattina Pontassieve, Rufina, e San Godenzo (solo il martedì, giovedì e sabato)


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • gianna bedessi ha scritto il 24 marzo 2020 alle 10:48 :

    chiudete gli uffici postali delle frazioni, e riducete gli orari agli uffici postali comunali; come si possono evitare gli assembramenti ???? Rispondi a gianna bedessi

  • Righi ornella ha scritto il 14 marzo 2020 alle 07:09 :

    Vicchio??? Rispondi a Righi ornella

  • Mario Biagini ha scritto il 13 marzo 2020 alle 14:29 :

    Solo menti superiori potevano concepire tali chiusure e orari ridotti. Ma il prefetto di Firenze è a conoscenza di queste ingiustificate chiusure e del limitare gli orari? E mercoledì 1° aprile con la riscossione delle pensioni chissà che assembramenti ci saranno??? O il mantenere in cassa le pensioni è o non è SPECULAZIONE ARBITRARIA??? Rispondi a Mario Biagini

  • Rossana Cramarossa ha scritto il 12 marzo 2020 alle 18:48 :

    Proprio delle misure fondate sulla sensatezza, quelle di chiudere le sedi distaccate degli uffici postali nelle frazioni; così contrariamente a quanto disposto dal DPCM, dobbiamo, armandoci di autodichiarazione del Ministero dell'Interno, metterci in movimento verso le località più prossime per trovare un servizio necessario al territorio. Senza parlare degli anziani che, senza poter prelevare, (a Galliano per esempio l'ufficio postale non è dotato di sportello postamat) e senza la possibilità di muoversi, sono rimasti a corto di liquidità. Cordiali saluti. Rispondi a Rossana Cramarossa