OK!Mugello

Marco Montagni con Ecodrone vince la X edizione del Premio Impresa Ambiente

L'ingegnere mugellano, conosciuto per aver lanciato la "Barchetta Magica" a navigazione autonoma nell'oceano raggiunge un ulteriore obiettivo con Ecodrone

Abbonati subito
  • 608
I vincitori del premio I vincitori del premio © PIA
Font +:
Stampa Commenta

Il 21 Aprile si è svolta la premiazione a Venezia delle aziende vincitrici della X Edizione del Premio Impresa Ambiente, il più importante riconoscimento italiano del settore (organizzato dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo assieme ad Unioncamere). A vincere sono state delle vere e proprie eccellenze italiane che hanno fatto della sostenibilità, dell’etica e dell’innovazione dei valori fondanti delle proprie aziende. Marco Montagni con la sua nuova start-up con sede a La Spezia ma con cuore e team fiorentino riconosciuto Spinoff dell'università di Firenze e con sede operativa all'Incubatore Universitario Fiorentino vince il primo premio.

L'Ingegnere Marco Montagni è un amico di OKMugello, tanto che per il progetto la "Barchetta Magica" siamo stati media partner e abbiamo seguito tutta la sua evoluzione. Una "magic boat" che ha superato il record assoluto di guida autonoma per drone a vela (leggi qui). Il team fiorentino ha continuato negli studi e analisi ed ha fondato una start-up innovativa dal nome Ecodrone Srl che produce droni marini autonomi modulari per il monitoraggio ambientale e la salvaguardia delle coste.

A fare gli onori di casa per la Camera di Commercio di Venezia Rovigo è stato il Vicepresidente Vicario Gian Michele Gambato che, durante i saluti istituzionali, ha spiegato le motivazioni che hanno spinto la Camera ad organizzare la X Edizione del Premio Impresa Ambiente: “Questi temi, sostenibilità, responsabilità sociale ed innovazione, sono parte integrante degli indirizzi strategici del sistema camerale e che, come Camera di Commercio di Venezia Rovigo, perseguiamo con forza. Ringrazio tutte le 70 aziende italiane che hanno partecipato al Premio e ci hanno inviato 89 progetti da valutare. Aziende che si dimostrano lungimiranti nelle scelte fatte, e che hanno continuato a perseguire le stesse nel tempo, con l’obiettivo di dare il proprio contributo alla salvaguardia del pianeta e delle popolazioni che ne fanno parte. Siamo di fronte a delle imprese d’avanguardia, guidate da titolari e manager illuminati.

Ad aggiudicarsi i premi sono stati dei progetti all’avanguardia nei settori della moda, dell’agroalimentare con autoproduzione e autoconsumo energetico, della ricerca dell’acqua, del recupero e smaltimento dei pannelli fotovoltaici, della distribuzione automatica delle bevande, dell’economia del mare.

E' stato consegnato dall’Ing. Angelo Breviari, Presidente della Stazione Sperimentale del Vetro, il premio alla Migliore Start Up. A vincerlo l’azienda Ecodrone srl di La Spezia con il progetto Magic Boat, un natante a guida autonoma dall’autonomia potenzialmente illimitata, capace di lunghe tratte in condizioni meteo avverse e senza intervento umano garantendo quindi un monitoraggio continuo delle acque e delle coste, l’effettuazione di campionamenti e, grazie a sonde multiparametriche, anche di analisi a bordo, oltre al controllo delle aree marine protette, monitorando accessi non autorizzati e attività di pesca di frodo. Il premio è stato ritirato da Marco Montagni CTO e Co-Founder dell’azienda. 

Video della cerimonia di premiazione:

Video presentazione di Ecodrone Srl

Nella categoria Migliore Gestione per lo Sviluppo Sostenibile (micro-piccole imprese) è stata premiata Segattini Knotwear di Gaia Segattini, una microimpresa della provincia di Ancona che si occupa della vendita diretta di capi di abbigliamento realizzati per circa l’80% con filati di giacenza produttiva o rigenerati certificati da organismi terzi e indipendenti, che ne hanno avvalorato le caratteristiche di sostenibilità. 

Nella categoria Miglior Gestione per lo Sviluppo Sostenibile (medie-grandi imprese) a vincere è stata una importante realtà di Candidoni (Reggio Calabria), Cooperativa Fattoria della Piana Società Agricola, con il progetto Ecosistema Fattoria della Piana. 

Nella categoria Miglior Prodotto o Servizio per lo Sviluppo Sostenibile il Premio è stato vinto da Erreffe Progetti srl con il progetto Rosedrop. Presente per l’azienda, con sede a Matera, Rocco Festa, Amministratore Delegato. Rosedrop è un sistema intelligente formato da un emettitore e da una base, in grado anche di muoversi in autonomia, che richiama e innova in chiave tecnico-scientifica la figura tradizionale del “rabdomante”. 

Il premio per il Miglior Processo/Tecnologia per lo Sviluppo Sostenibile è stato vinto dall’azienda Tialpi Srl di Biella, PMI specializzata nella realizzazione dell’impiantistica per il riciclo del fotovoltaico, che ha presentato il progetto “FRELP BY SUN” (Full Recovery End Of Life Photovoltaic BY the energy of the SUN). 

Ad aggiudicarsi il premio per la Miglior Cooperazione Internazionale per lo Sviluppo Sostenibile è stata l’azienda veneziana di Pianiga Riviera Distributori srl realtà attiva fin dal 1972 nel settore della distribuzione automatica. 

Infine, il Premio Speciale Giovane Imprenditore è stato assegnato a Elena Ferrero, legale rappresentante dell’azienda Atelier Riforma Srl di Torino, per il progetto RE4CIRCULAR. Nato come progetto sociale per il recupero dei vestiti dismessi nel 2019, da qualche tempo le due fondatrici hanno attivato RE4CIRCULAR una tecnologia di Intelligenza Artificiale che, a partire dalla semplice fotografia del capo e della sua etichetta, può estrarre tutti i dati necessari (es. tipo di capo, composizione, genere, stagione, taglia, colore) per permetterne il riutilizzo nell’upcycling sartoriale o il riciclaggio dello stesso. 

 

Lascia un commento
stai rispondendo a