OK!Mugello

Bel colpo della Fortis Juventus. Arriva un argentino per l'attacco

Classe 1998 italo-argentino attaccante capocannoniere nella stagione 2021/2022

  • 464
Elias “El colo” Oitana Elias “El colo” Oitana © Mugello Sport
Font +:
Stampa Commenta

La campagna acquisti della Fortis Juventus culmina in maniera sorprendente e determinante, grazie all'arrivo di Elias "El Colo" Oitana, un nome che farà sicuramente parlare di sé nella stagione calcistica in arrivo. La dirigenza del club ha siglato l'acquisizione di questo talentuoso attaccante italo-argentino, classe 1998, che ha lasciato il segno nella scena calcistica argentina e che ora si appresta a conquistare i cuori dei tifosi della Fortis Juventus.

Elias Oitana è entrato nell'attenzione internazionale grazie alle sue straordinarie performance nella stagione 2021/2022 della primera divisione argentina con il club "La Emilia". Il giovane attaccante ha dimostrato di essere un vero capocannoniere, lasciando il segno con le sue abilità e la sua determinazione in campo. Le sue prestazioni non sono passate inosservate e sono valse l'interesse della Fortis Juventus, che ha deciso di mettere a segno questa importante operazione di mercato.

La sua avventura italiana è iniziata nella scorsa stagione con il Pontassieve, dove ha subito dimostrato il suo valore mettendo a segno 4 gol in 7 partite. Successivamente, il talento di Oitana ha varcato i confini nazionali, portandolo in Spagna al C.D. Sonseca. Qui ha raggiunto livelli straordinari, segnando la bellezza di 16 gol in 15 partite, contribuendo in modo significativo alla vittoria dei playoff per il passaggio di categoria.

L'arrivo di Elias Oitana non fa che rafforzare ulteriormente l'attacco della Fortis Juventus, un reparto che si sta configurando sempre più come una forza dirompente. Oitana si unirà agli attaccanti Mearini, Campagna e Nicolosi, completando un reparto avanzato di grande talento e potenziale. La sinergia tra questi giocatori promette di portare emozionanti momenti di gioco e gol allo stadio biancoverde.

Lascia un commento
stai rispondendo a