Tragedia di Sant’Agata. Interrogazione Lega su operato servizi sociali e sanitari

Redazione OK!Mugello

Tragedia di Sant’Agata. Interrogazione Lega su operato servizi sociali e sanitari

Tragedia di Sant’Agata. Interrogazione Lega su operato servizi sociali e sanitari
21/09/2018

Recita una nota della Lega: “Lungi da noi-afferma Jacopo Alberti, Consigliere regionale della Lega-dal volerci sostituire alle autorità competenti che dovranno indagare per scoprire, per quanto possibile, le motivazioni che hanno portato un padre ad uccidere il proprio figlio, ma siamo convinti che ci si debba, comunque, interrogare anche dal punto di vista istituzionale sulla tragica vicenda accaduta a Scarperia.”

Per tale motivo-prosegue il Consigliere – ho quindi deciso di predisporre un atto rivolto alla Giunta toscana, facendo delle mirate domande a cui, mi auguro, vengano date esaurienti e rapide risposte.”

“In particolare-precisa l’esponente leghista-chiedo se la Regione possa effettivamente garantire che le strutture ed i servizi alle proprie dipendenza abbiano puntualmente seguito tutti gli idonei protocolli previsti in situazioni analoghe; parimenti, ritengo doveroso che lo stesso Ente regionale verifichi tempestivamente l’operato dei servizi sociali e del reparto di psichiatria che hanno assistito Niccolò Patriarchi.” “Nella mia interrogazione-sottolinea Alberti-domando, inoltre, se non sia utile adoperarsi presso il Ministero di Grazia e Giustizia per rendere più efficaci i controlli su soggetti sottoposti ad indagine giudiziaria che presentino disturbi psichiatrici, alfine di scongiurare gravi episodi come quello successo nel Mugello.”

“Oltre a ciò-insiste il rappresentante del Carroccio -esigo di verificare se, a seguito della chiusura dell’OPG di Montelupo, sia stato predisposto e sia realmente efficace un sistema alternativo di detenzione dei criminali psichiatrici.”

“Infine-rileva il rappresentante del Carroccio-chiedo se, considerata la debolezza dei componenti le famiglie in cui è presente un malato psichiatrico potenzialmente pericoloso, la stessa Regione non intenda intervenire, fornendo una maggiore assistenza per garantire pienamente la sicurezza dei cittadini sottoposti a tale rischio. “ “Insomma-conclude Jacopo Alberti-anche in questi casi, a mio avviso, la politica non si può girare dall’altra parte, ma agire scrupolosamente per il bene di chi amministra.”

Redazione OK!Mugello


Redazione OK!Mugello

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA