Scuola e bus strapieni, se ne è parlato in Unione. E la Metrocittà aggiungerà 2 autobus

Attualità
visibility611 - giovedì 17 settembre 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
La scuola Giotto Ulivi di Borgo San Lorenzo
La scuola Giotto Ulivi di Borgo San Lorenzo © Fotocronache Germogli

Riunione ieri pomeriggio all'Unione dei Comuni del Mugello, a Borgo San Lorenzo, della Conferenza zonale per l'Istruzione, composta dagli assessori comunali e presieduta dall'assessore all'Istruzione dell'ente mugellano, con la partecipazione dei Dirigenti scolastici e la Rete delle Consulte dei Genitori. A pochi giorni dall'inizio dell'anno scolastico, si è analizzata la situazione nelle scuole del territorio alla “ripartenza post-Covid”. Nell'occasione si è parlato anche del servizio di trasporto degli studenti. Gli amministartori locali hanno fatto notare come, nonostante le difficoltà e le disposizioni di sicurezza anti-Covid, i Comuni siano riusciti a organizzare e garantire i servizi di trasporto scolastico. Criticità invece sono state segnalate per le scuole superiori - Giotto Ulivi e Chino Chini - riguardo al Tpl extraurbano, rispetto alle quali sono in corso approfondimenti con la Città Metropolitana di Firenze.

La redazione di OK!Mugello, dagli uffici della Città Metropolitana ha appreso che dovrebbero essere aggiunti due autobus (per arrivare così a cinque per le uscite delle 12 (orario critico, in quanto si sommerebbero le uscite di Chino Chini e Giotto Ulivi)

Da parte dei responsabili scolastici è stato evidenziato che le richieste di asssegnazione di personale docente e non docente - richieste di cui anche l'Unione dei Comuni si era fatta interprete -, sono state quasi completamente accettate dal Ministero e si attendono adesso, auspicabilmente in tempi brevi, le nomine, mentre, come a ogni inizio di anno scolastico, mancano ancora gli insegnanti di sostegno. Nel corso della riunione, inoltre, la Rete delle Consulte dei Genitori ha illustrato il questionario incentrato sulla didattica a distanza e il vissuto di famiglie e docenti nella fase del lockdown, che è stato promosso nel periodo estivo. Altro tema toccato,

Per l'assessore all'Istruzione, la riunione è servita a fare un primo punto sulla situazione delle scuole del territorio a pochi giorni dall'avvio del nuovo anno scolastico con le disposizioni organizzative e di sicurezza anti-Covid e la nota positiva è che le richieste di assegazione di personale, sollecitate anche dall'Unione dei Comuni, sono state accolte e si auspica che in tempi brevi si traducano in nomine. Con soddisfazione l'assessore sottolinea la sinergia tra scuole ed enti locali e il lavoro svolto durante tutta l'estate che ha permesso una ripartenza dell'attività didattica nel rispetto delle normative e misure di sicurezza, evidenziando gli sforzi compiuti direttamente dai Comuni per garantire i servizi di trasporto scolastico. Riguardo alle criticità segnalate sul Tpl extraurbano l'assessore afferma che si sta interessando la Città Metropolitana per un approfondimento e richiedere correttivi.

Lascia il tuo commento
commenti