Mugello. Trova la piastrina di un soldato Usa e si mette in contatto con la famiglia

Attualità
visibility47005 - mercoledì 01 luglio 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Federico Giuntini
Federico Giuntini © OK!Mugello

Il Mugello, non solo lungo la linea Gotica ma anche nel resto del territorio, continua a restituire resti e segni del passaggio del fronte durante la Seconda Guerra Mondiale. E' quanto successo nei giorni scorsi ad un appassionato di Sesto Fiorentino (Federico Giuntini) che, trovandosi a passare dal Mugello per lavoro, ha dedicato un po' del proprio tempo libera alla ricerca con il metal detector.

La sorpresa è stata grande quindi (vista anche la distanza dalla linea Gotica che passava in alto sugli Appennini) quando in un terreno nei dintorni della Sieve tra Borgo e San Piero il suo attrezzo ha permesso di trovare la piastrina di un soldato americano (che si trovava sepolta sotto pochi centimetri di terra).

Subito è scattata la segnalazione che, tramite alcuni gruppi social specializzati, è arrivata fino al Gruppo di Ricerca Storica di Roma (che è risalito fino ai parenti in California, che sono stati contattati e che presto riceveranno la piastrina montata in uno speciale quadro insieme alla foto e alla bandiera. E che hanno contattato l'autore della scoperta per esprimere i propri ringraziamenti.

Per la cronaca la piastrina apparteneva a Vuyrl William Sullivan, nato nel 1912. Lui, per fortuna, dalla guerra era riuscito a tornare a casa, e poi aveva condotto una lunga vita in California, fino alla morte nel 1998 all'età di 86 anni. Ora la figlia, come detto, con una mail ha contattato e ringraziato Giuntini, chissà se un giorno si potranno anche incontrare; o se lei vorrà venire in Mugello a vedere i luoghi dove ha combattuto suo padre.

Lascia il tuo commento
commenti