Casello&Variante: a Montecarelli c’è un problema

Simone Cosimelli

Casello&Variante: a Montecarelli c’è un problema

Casello&Variante: a Montecarelli c’è un problema
13/05/2017

Vie della Bandite (Via del Fossato), a Montecarelli (Barberino di Mugello) sarebbe pericolosa. Nelle due direzioni: dall’interno, perché a causa di una pendenza molto accentuata e una conformazione non ottimale l’accesso di eventuali mezzi di soccorso risulterebbe ostacolato (specie l’inverno, magari con la neve); e dall’esterno, perché con la nuova strada per il Casello di Firenzuola-Mugello è stato inserito (e realizzato) uno svincolo – uscita/rientro – non adeguatamente segnalato, né illuminato la notte, tanto che non solo, dicono i residenti, è facile sbagliarsi (superandolo) ma c’è il rischio di automobilisti che, sorpassando a sinistra, investano chi ha intenzione di svoltare nella via. Ed esempi concreti non mancano (qui). E’ un bel grattacapo, insomma: in tutti i sensi di marcia.

A sollevare il problema, come detto, è stato chi in quella via abita. E dunque è costretto a uscire e rientrare. Circa 11-12 famiglie, con la presenza di diversi anziani. Il sindaco di Barberino, Gianpiero Mongatti, si è detto a conoscenza del problema, e avrebbe già incontrato alcuni cittadini per valutare la situazione. Il comune, infatti, può intervenire senz’altro con alcuni accorgimenti tecnici per la questione interna. Anche se dovranno essere attentamente studiati per venire incontro alle varie esigente. Quello che l’amministrazione può fare per la questione esterna, invece, passa anche per gli interventi collaterali previsti da Autostrade per l’Italia Spa: che è appunto incaricata dei lavori per il Casello e di tutte le operazioni supplementari. In breve, il problema dell’accesso al tratto autostradale dovrà essere discusso durante la conferenza dei servizi a Roma (che, come il viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini, ha confermato a Ok!Mugello, sarà convocata entro giugno 2017). Barberino, in quanto ente coinvolto, porterà sul tavolo le proprio richieste, ma le posizioni vanno mediate. E non tutto può darsi per scontato.

Stesso discorso, del resto, vale per la cosiddetta «bretellina-ovest» della variante. Gradita a molti ma sempre di competenza, per la realizzazione, di Autostrade. E su cui la Città Metropolitana di Firenze può esprimersi direttamente: secondo Mongatti, avrebbe richiesto la costruzione di alcune rotonde per la viabilità, e potrebbero essere necessari piccoli espropri. E dunque ulteriori rinvii. Tutto rimane da valutare, però: proprio per la compartecipazione di più attori al disegno complessivo. Ma in Via del Fossato, intanto, dove pure non sono affatto contrari alla variante e al nuovo casello, vogliono vederci chiaro. E il prima possibile.

La nuova viabilità per il casello e l’incrocio in questione

Simone Cosimelli


Redattore 22 anni, giornalista e studente.

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA