OK!Mugello

Wangiri: La frode telefonica che continua a minacciare gli ignari utenti

Per evitare di cadere nella trappola del Wangiri 2.0, è fondamentale adottare alcune precauzioni. Prima di tutto, non bisogna mai...

  • 1167
forti di smartphone forti di smartphone © OkNews24
Font +:
Stampa Commenta

"Squillo e riaggancio" è il significato del termine giapponese Wangiri, una parola che gli italiani hanno imparato a conoscere, purtroppo, a proprie spese. Durante la pandemia, questa frode telefonica ha trovato terreno fertile e continua a mietere vittime tra i cittadini, con conseguenze economiche rilevanti. L'associazione Codici lancia quindi un appello alla prudenza verso le chiamate provenienti da numeri sconosciuti.

Il Wangiri 2.0 rappresenta un'evoluzione della frode originale, utilizzando bot e sistemi automatizzati per effettuare un gran numero di chiamate brevi in rapida successione. Spesso, i numeri utilizzati sono internazionali o sconosciuti, inducendo la vittima a richiamare. Questa chiamata, apparentemente innocua, comporta costi elevati perché nasconde una chiamata internazionale o l'attivazione di servizi a pagamento, che possono prosciugare il credito telefonico. Non è solo la risposta dell'operatore, spesso un messaggio registrato, a comportare costi, ma anche l'attesa stessa. Infatti, lo squillo prolungato è studiato per aumentare i costi a carico della vittima.

Per evitare di cadere nella trappola del Wangiri 2.0, è fondamentale adottare alcune precauzioni. Prima di tutto, non bisogna mai richiamare numeri sconosciuti, soprattutto se internazionali. Se si teme di aver perso una chiamata importante, è consigliabile effettuare una ricerca online del numero per verificare se è stato segnalato come fraudolento. Inoltre, per prevenire problemi legati alle chiamate internazionali, è possibile richiedere al proprio operatore di bloccare questo tipo di chiamate.

Un'altra misura preventiva è il blocco delle chiamate “spam”. La maggior parte degli smartphone attuali è in grado di identificare e segnalare automaticamente queste telefonate, bloccandole. Se il proprio telefono non dispone di questa funzione, ci si può rivolgere al proprio operatore per usufruire di servizi dedicati, oppure utilizzare app specifiche per il blocco delle chiamate indesiderate.

L'associazione Codici offre assistenza alle vittime di truffe telefoniche. Per segnalazioni o richieste di aiuto, è possibile contattare il numero 065571996 o scrivere all'indirizzo e-mail [email protected].

Lascia un commento
stai rispondendo a