OK!Mugello

Presentato il libro sulle chiese del Mugello in pittura

Il lavoro non è stato facile, ci sono state difficoltà di gestione, di lavoro, di scelta, ma alla fine – finalmente – lo scorso sabato 15 giugno...

  • 189
Il frontespizio del libro sulle chiese mugellane Il frontespizio del libro sulle chiese mugellane © NN
Font +:
Stampa Commenta

Circa due anni orsono, i dirigenti dell’"Associazione dalle terre di Giotto e dell’Angelico”, fra le tante mostre  personali, collettive, premi  e rassegne artistiche in programma, venne l’idea di promuovere una iniziativa del tutto particolare: la raffigurazione delle chiese del Mugello, Alto Mugello e Val di Sieve, per poi una volta raccolto le opere, inserirle in un libro affinché ne resti testimonianza. L’invito fu accolto da circa 70 pittori, che ognuno nella sua tecnica (olio, incisione, bassorilievo in legno e pietra, acquerello, china, lapis, in foto etc, etc), si misero al lavoro nello scegliere le tante Pievi, Chiese, Oratori e Cappelle nel tutto il territorio sopracitato.

Il lavoro non è stato facile, ci sono state difficoltà di gestione, di lavoro, di scelta, ma alla fine – finalmente – lo scorso sabato 15 giugno 2024 (alle ore 16,30) nell’interno dell’Oratorio di Sant’Omobono a Borgo San Lorenzo (g.c.), Francesca Parrini presidente dell’Associazione “dalle terre di Giotto e dell’Angelico” insieme al consiglio direttivo e all’editore Francesco Noferini, hanno presentato questo bel volume,  spiegando quelle che sono state le difficoltà in questo  lungo percorso, ma nello stesso momento felici  affinché questo evento storico-artistico-iconografico abbia avuto la sua felice soluzione.

Dopo questa presentazione in Sant’Omobono,  tutti i presenti si sono portati in piazza Vittorio Veneto (conosciuta a Borgo come piazza dell’Agostini), dove in un grande fondo di proprietà Barletti, gentilmente concesso, è stata allestita  la mostra collettiva dei dipinti inseriti in immagini iconografiche nel libro. Questa mostra potrà essere visitata con il normale orario della galleria provvisoria.

Lascia un commento
stai rispondendo a