OK!Mugello

Inaugurati i cantieri per la nuova sanità del Mugello

Adeguamento sismico dell’ospedale del Mugello. Il Poliambulatorio cresce e diventa Casa e Ospedale di tutta la comunità

  • 1
  • 349
Al via il cantiere per l'ospedale Al via il cantiere per l'ospedale © OKM
Font +:
Stampa Commenta

A Borgo San Lorenzo sono iniziati i lavori di riqualificazione e ampliamento delle strutture sanitarie lungo viale della Resistenza, che ospita l'ospedale del Mugello e il Poliambulatorio. Questi interventi, che coinvolgono il consolidamento sismico dell'ospedale e l'espansione del Poliambulatorio con la costruzione della Casa di Comunità e dell’Ospedale di Comunità, rappresentano una svolta significativa per la sanità del Mugello. L'obiettivo è migliorare la risposta sanitaria e favorire nuove relazioni sociali tra i residenti.

Questa mattina, il presidente della Regione, il Direttore generale dell'Asl, Ing. Valerio Mari, e la direttrice dell'ospedale, Claudia Capanni, hanno inaugurato i cantieri, accompagnati dai sindaci di Borgo San Lorenzo, San Piero e Scarperia e Vicchio, dall'Assessore regionale al diritto alla salute, dal Direttore della zona distretto Mugello, Marco Brintazzoli, e dal Coordinatore Sanitario Servizi Territoriale zona Mugello, Erita Donnini.

Il presidente e l'assessore al diritto alla salute della Toscana hanno espresso soddisfazione per l'avvio dei lavori, sottolineando l'importanza della collaborazione tra Regione, azienda sanitaria e amministrazione locale. La Regione ha finanziato un terzo della spesa per l'ospedale di Borgo, con oltre tredici milioni di euro. Il Direttore generale Asl Valerio Mari ha ribadito l'impegno della Regione nel vigilare sul progetto e ha sottolineato che la sicurezza sismica del presidio ospedaliero è stata una priorità, accompagnata da una rifunzionalizzazione dell'ospedale.

Il cantiere dell’ospedale è partito il 27 maggio, dopo la gara e l'affidamento dei lavori. La riqualificazione prevede la costruzione di nuovi volumi tecnici e spazi per ampliare e migliorare le funzioni sanitarie, con la creazione di 2 nuove palazzine che ospiteranno un nuovo blocco operatorio con 3 sale, un nuovo centro trasfusionale e nuovi spazi per ambulatori e CUP. L'adeguamento sismico dei 5 blocchi strutturali esistenti sarà realizzato mediante isolamento sismico alla base, permettendo di mantenere operativa la struttura durante i lavori.

L'intervento prevede anche nuove centrali tecnologiche e la sistemazione delle aree esterne. Saranno necessari cinque anni per completare i lavori, con un costo complessivo di 45.765.388 euro, finanziato in parte dalla Regione Toscana, dall'Asl Toscana centro e dallo Stato. La Direttrice dell'ospedale, Claudia Capanni, ha espresso il suo impegno a garantire la continuità delle attività durante i lavori, minimizzando i disagi per utenti e operatori.

Il cantiere per la Casa di Comunità e per l’Ospedale di Comunità è già attivo. Il Poliambulatorio di Borgo San Lorenzo sarà ampliato per ospitare questi nuovi servizi, che offriranno visite e prestazioni di assistenza primaria e specialistica, in raccordo con la rete ospedaliera e altre strutture territoriali. L'HUB di Borgo San Lorenzo sarà la Casa di Comunità principale del Mugello, coordinando le attività degli spoke presenti nei singoli comuni.

L'Ospedale di Comunità, con 10 posti letto, ospiterà pazienti dimessi dal ricovero ospedaliero che necessitano di cure intermedie. Sarà una struttura di degenza post-acuta della rete assistenziale territoriale, evitando ricoveri ospedalieri impropri e offrendo cure a persone fragili o con patologie croniche.

Già attiva a Borgo San Lorenzo è la COT, la Centrale operativa territoriale, aperta 6 giorni su 7 per 12 ore al giorno, che funge da punto di riferimento per l'integrazione sociale e sanitaria e per i percorsi ospedale-territorio e territorio-domicilio. All'interno della COT è stato ricavato uno spazio chiamato tisaneria, dedicato al ristoro del personale attivo.

Lascia un commento
stai rispondendo a

Commenti 1
  • Paolo

    e dopo anni di attesa ... la chiusura della campagna elettorale con la posa della cartellonistica di cantiere ... per l'inizio dei lavori aspettiamo almeno le REGIONALI

    rispondi a Paolo
    mar 4 giugno 08:25