La manifestazione degli studenti del Giotto Ulivi dei mesi scorsi
Pubblicità

Sull’ipotesi di accorpare alcuni istituti dell’Alto Mugello con il Giotto Ulivi di Borgo San Lorenzo si era sviluppata nelle scorse settimane un’accesa protesta di studenti e addetti ai lavori – Scuola. Approvato dal Consiglio della Città Metropolitana di Firenze il Piano territoriale della programmazione dell’offerta formativa e del dimensionamento della rete scolastica per l’anno scolastico 2019/2020, su proposta del consigliere delegato Giampiero Mongatti.  Il Consiglio della Metrocittà ha accolto, su richiesta della Conferenza zonale per l’istruzione Mugello, il mantenimento della situazione attuale per gli istituti di Firenzuola e Marradi-Palazzuolo sul Senio, costituenti due distinti Istituti comprensivi, anche se sottodimensionati, a motivo delle caratteristiche demografiche e della morfologia del territorio, le notevoli distanze e i lunghi tempi di percorrenza. Si tratta di garantire il presidio scolastico nelle aree montane, come strumento di contrasto all’abbandono e di democrazia e tenuta sociale.

Pubblicità
Condividi

1 COMMENTO

  1. […] Sabato (23 febbraio) dalle 8 alle 11 presso l’auditorium del liceo Giotto Ulivi di Borgo San Lorenzo si parlerà ancora di dimensionamento scolastico. Molti ricoirderanno che, sul finire del 2018, c’era stata l’ipotesi di accorpare le scuole dell’Alto Mugello con quelle di valle, come nel caso del Giotto Ulivi. Si era scatenata una protesta che aveva coinvolto studenti e personale scolastico, fino a che l’ipoitesi era rientrata e, su proposta del consigliere delegato Mongatti, la metrocittà ha approvato un dimensionamento 2019-2020 che scongiura tale ipotesi (clicca qui). […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.