OK!Mugello

La Pro Loco di Scarperia vince il “Bando valorizzazione e tutela del patrimonio storico/artistico” destinato all'Oriolo del Brunelleschi

L'Oriolo di Ser Filippo Brunelleschi e le tecnologie digitali - La presentazione del progetto

Abbonati subito
  • 51
il 31 maggio alle ore 16:45
Loriolo di Brunelleschi Loriolo di Brunelleschi © Pro Loco
Font +:
Stampa Commenta

L'Oriolo di Ser Filippo Brunelleschi e le tecnologie digitali mercoledì 31 maggio 2023 alle ore 16:45 nel Salone dei Tendaggi del Palazzo dei Vicari di Scarperia verrà  presentato il  progetto  realizzato  con  il contributo  della  Fondazione Cassa  di  Risparmio di Firenze in seguito alla vincita da parte della Pro Loco di Scarperia nel 2022 del seguente bando: “Bando valorizzazione e tutela del patrimonio storico/artistico”. Il progetto ha voluto valorizzare il prezioso meccanismo dell’orologio di torre del Palazzo dei  Vicari di Scarperia realizzato nel 1445 da Filippo Brunelleschi. L’obiettivo  è  stato  potenziare e  rendere  fruibile il meccanismo  dell’orologio  di  Filippo Brunelleschi attraverso la comprensione della sua storia, del suo andamento e dell’importanza nei lavori dell’architetto.

Per questo è stata realizzata una app che che, attraverso un rendering in motion graphic in 3D, farà vedere come funzionava il meccanismo, come si muovevamo le ruote, come partiva la suoneria. La cooperativa realizzatrice della app è HIBOU Soc. Coop. di Imola; la ricostruzione scientifica è stata possibile grazie al Comitato Scientifico di Ricerca sull’ Orologio di Brunelleschi istituito dal Comune di Scarperia e San Piero e al Prof. Ugo Pancani, Member Academy Grand Prix d'Horlogerie de Genève. 
Attraverso un riallestimento della saletta dedicata a Brunelleschi, da un punto di vista museale il progetto ha la finalità far comprendere ai visitatori il complesso funzionamento del meccanismo;  dal punto di vista scolastico promuovere un programma di didattica per le scuole, e offrire una  strumentazione di comprensione aggiuntiva per studiosi e ricercatori. Nell’occasione saranno presentate anche altre novità museali.

Lascia un commento
stai rispondendo a