OK!Mugello

Gli organizzatori del dibattito replicano ad Andrea Asciuti, senza citarlo

Pubblichiamo la replica delle organizzazioni promotrici del dibattito elettorale “Quale futuro per Firenze?"

  • 81
Andrea Asciuti Andrea Asciuti © Ok!News24
Font +:
Stampa Commenta

Di seguito pubblichiamo integralmente la replica delle organizzazioni promotrici del dibattito elettorale “Quale futuro per Firenze?" come replica al comunicato stampa del candidato sindaco per Firenze Vera Andrea Asciuti che denunciava di non essere stato invitato. (articolo qui).
 

Firenze, dibattito con i candidati sindaco su clima e ambiente
Sul palco anche i lavoratori ex GKN. Gli organizzatori: positivo il dialogo, adesso attendiamo i fatti.

Si è tenuto mercoledì 22 maggio presso il Teatro Cantiere Florida il dibattito elettorale “Quale futuro per Firenze? I candidati a confronto sull’emergenza climatica e sociale”,
evento in vista delle elezioni amministrative promosso da un ampio numero di organizzazioni fiorentine: Transistor Firenze, Ecolobby, Legambiente Firenze, Fridays for Future Firenze, Wwf area fiorentina, Associazione Progetto Firenze, Fiab Firenze Ciclabile, Extinction Rebellion Firenze, Cittadini per l'Italia rinnovabile, Associazione Pro-Cer, Rinascimento Green.

Presenti le candidate e i candidati Sindaco Cecilia Del Re, Dmitrij Palagi, Lorenzo Masi,
Alessandro De Giuli, Francesco Zini e Francesca Marrazza.
Assenti Sara Funaro (al suo posto l’assessore all’Ambiente Andrea Giorgio), Eike Schmidt (sostituito da uno dei due capilista, Massimo Sabatini) e Stefania Saccardi (in sua vece Mauro Grassi, candidato al consiglio comunale).

Tanti gli argomenti trattati: dall’energia alla mobilità sostenibile, passando per la tutela del verde e il tema dell'over tourism, fino a questioni che hanno acceso la discussione tra i
candidati, come l’ampliamento dell’Aeroporto di Firenze e la privatizzazione di Ataf.

Intervento non previsto quello dei lavoratori del Collettivo di fabbrica ex GKN, ch manifestavano fuori dal Teatro con un presidio, accolti dagli organizzatori sul palco: “Il dibattito su emergenza climatica e sociale non può più avvenire nel silenzio”, ha dichiarato in veste di portavoce del Collettivo Dario Salvetti.
“La prossima amministrazione si troverà ad affrontare la minaccia sempre più forte della crisi climatica, con tutte le relative conseguenze per il nostro territorio” spiega aprendo il dibattito Lorenzo Ci, referente di Transistor Firenze. “Per questo abbiamo invitato le candidate e candidati a spiegarci i propri punti di vista e a prendere posizione pubblicamente su temi decisivi per il futuro di Firenze. Servono soluzioni coraggiose, a partire dall’eliminazione delle fonti fossili, prima causa del cambiamento climatico”.

Non mancano all’appello Legambiente Firenze e Progetto Firenze, rispettivamente nelle
persone di Marco Duranti e Grazia Galli : ”L’emergenza climatica è in atto, qui ed ora. Le
associazioni ecologiste fiorentine fanno pressione sulla politica per una transizione ecologica giusta e rapida nei tempi, il momento di agire è adesso!”.
”Accogliamo positivamente l’interesse dimostrato dalle candidate e dai candidati presenti sui temi della partecipazione cittadina nella decisione pubbliche e sulla lotta per la giustizia climatica e sociale, sperando che gli impegni non restino solo parole e vengano mantenuti trasformandosi in azioni e fatti reali” dichiara Lisa Birgi di XR Firenze.

Interviene Mauro Romanelli per conto di Ecolobby e Cittadini per l’Italia Rinnovabile: "
mondo ecologista di Firenze è compatto nello spingere verso la transizione energetica
rinnovabile. E ci sembra che anche la politica abbia superato le vecchie remore";
Spazio a Zoe Tartaro per conto di Fridays For Future, intervenuta sull’urgenza di tagliare le emissioni di CO2: “Il prossimo mandato sarà l’ultimo entro il tempo utile indicato dal Climate Clock, secondo cui abbiamo a disposizione solo poco più di 5 anni per ridurre le emissioni e rimanere entro 1.5 gradi di aumento di temperature globale. Ecco perché è importante questo dibattito elettorale: intendiamo sensibilizzare chi amministrerà il nostro territorio e incentivare un voto consapevole”.

Le organizzazioni promotrici dell’evento ringraziano chi ha risposto positivamente al
confronto, lanciato più di un mese fa, dando spazio a tutti di intervenire a tempo debito e nel merito, con buona pace di chi s’è svegliato troppo tardi e la butta in polemiche negazioniste cui davvero non occorre commento.

Per chi non avesse avuto modo di partecipare, è disponibile la registrazione del dibattito
elettorale sul canale YouTube dell’organizzazione Rinascimento Green:
https://youtu.be/IuWepcjEXqw

Lascia un commento
stai rispondendo a