Il soprintendente Pessina in visita al Museo di Arte Sacra Beato Angelico di Vicchio

Sindaco Carlà Campa: occasione per parlare della sua valorizzazione

La Redazione La Foto della Settimana
visibility100 - OkMugello - venerdì 26 novembre 2021
La visita a Vicchio
La visita a Vicchio © N. C.

Visita questa mattina al Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare Beato Angelico di Vicchio del soprintendente per l’Archeologia, Belle arti e Paesaggio per Firenze, Pistoia e Prato Andrea Pessina, che è stato condotto in un breve tour tra i vari ambienti e le sezioni, le pregiate opere e i reperti esposti.

“E' stata l'occasione per parlare di come migliorare e rilanciare questo splendido museo, in una visione di sistema non solo mugellano ma fiorentino-metropolitano. E ringraziamo il soprintendente per l'attenzione e la disponibilità", sottolinea il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa. Che aggiunge: “Questo museo è come uno scrigno: c’è un grande patrimonio artistico dentro. Ci sono opere d’arte, come dipinti, sculture e oggetti liturgici, reperti e pezzi di alto valore artistico e culturale che andrebbero maggiormente conosciuti, a partire dai noi mugellani che non ci accorgiamo di quanta bellezza abbiamo attorno”. Il primo cittadino vicchiese è del parere che occorra “più consapevolezza di tutto quello che il territorio offre per poterlo promuovere, valorizzare più efficacemente”. E continua: “Il Museo di Vicchio e l’intero sistema museale del territorio beneficerebbero di una più ampia visibilità e attrattività se riuscissimo a raggiungere un’integrazione con l'offerta culturale e turistica legata agli Uffizi e agli altri musei della Città Metropolitana di Firenze. E’ la via da perseguire, a mio avviso”. Non dimenticando che “ai musei bisogna arrivarci. E allora - chiosa -, per incentivare la fruibilità servono anche collegamenti, servizi di trasporto pubblico, in primis treno, infrastrutture”.

Lascia il tuo commento
commenti