Si può andare dal dentista durante la Gravidanza?

Marianna ci chiede: sono al 4° mese di gravidanza e dovrei fare la mia pulizia dei denti semestrale. È opportuno andare dal dentista o è preferibile andare dopo il parto?

Dott. Emilio Corvino Chiedilo al dentista
visibility214 - OkMugello - martedì 01 giugno 2021
Si può andare dal dentista durante la Gravidanza?
Si può andare dal dentista durante la Gravidanza? © Dragos Gontariu

Cara Marianna, non solo è opportuno, ma è assolutamente raccomandato. 
Durante la gravidanza l’azione degli ormoni si manifesta anche sulle gengive, che possono diventare molto sensibili all’azione della placca batterica. In alcune donne può inoltre comparire una piccola massa nel tessuto gengivale, assolutamente benigna, ma talvolta fastidiosa, definita epulide gravidica.

La salute orale della mamma può poi influire sull’andamento della sua gravidanza o sulla salute orale del bambino in arrivo: la parodontite è associata a un rischio aumentato di parto pretermine, preeclampsia e nascita di bambini sottopeso, mentre sappiamo che i batteri presenti nel cavo orale della mamma colonizzeranno precocemente la bocca del bambino. 

Quali terapia affrontare in gravidanza e in quale fase della gravidanza è opportuno farlo? 

Se la gravidanza non presenta complicazioni, si può procedere sia alle normali sedute d'igiene orale che alla cura delle carie e il periodo più indicato è il secondo trimestre. Naturalmente la valutazione deve essere fatta dal dentista in accordo con il ginecologo che segue la gravidanza. Curare le carie in questa fase ha anche lo scopo di evitare evoluzioni che possono magari manifestarsi con dolori intensi in prossimità del parto. Interventi programmabili, come ad esempio gli impianti, vanno rinviati a dopo il parto.

Per le tue domande al Dr. Corvino, invia una mail a studiocorvino@gmail.com

NB: le informazioni presenti in questa pagina non rappresentano in alcun modo un consulto medico. In nessun caso queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l'assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista. 

Lascia il tuo commento
commenti