Pietro Pacciani  “torna”  in tv nella trasmissione "Un giorno in pretura" di Rai tre. Puntata  dedicata al processo al presunto Mostro di Firenze.

Pietro Pacciani “torna” in tv nella trasmissione "Un giorno in pretura" di Rai tre. Puntata dedicata al processo al presunto Mostro di Firenze.

Sabato 13 giugno la celebre trasmissione di Rai Tre, replica uno dei più famosi processi mediatici del secolo scorso.

Paolo Cochi Il Mostro di Firenze al di là di ogni ragionevole dubbio
visibility12407 - OkMugello - venerdì 05 giugno 2020

Mostro di Firenze - Anteprima "Processo Pacciani" Un giorno in pretura rai 3

Replica "Processo Pacciani" Un giorno in pretura rai 3 - 13 giugno 2020
Pietro Pacciani
Pietro Pacciani © n.c

Ultimo appuntamento della stagione di “Un giorno in Pretura “, Roberta Petrelluzzi ha annunciato la replica del processo a Pietro Pacciani accusato di essere il Mostro di Firenze negli anni 90. Il "vampa", cosi era soprannominato il contadino Mugellano accusato di essere il Mostro di Firenze, che mori’ prima del processo finale.

Il primo processo di un caso criminale a essere trasmesso in diretta televisiva sulla rete nazionale. Dibattimento che ebbe inizio Il processo iniziò il 19 aprile 1994. Un processo mediatico senza precedenti mai più ripetuto nella storia della televisione italiana, che vide l'Italia spacciarsi in colpevolisti ed innocentisti.

Il caso Pacciani torna dunque di attualità soprattutto dopo le recenti indagini e dopo più di un ventennio di feroci dibattiti televisivi e tesi diametralmente opposte. Un salto indietro nel tempo, più che mai di attualità. Gli avvocati difensori erano Piero Fioravanti e Rosario Bevacqua. A presiedere c'era Enrico Ognibene mentre il sostituto procuratore Paolo Canessa, ora in pensione, rappresentava l'accusa.

Un "palcoscenico" che ha visto sfilare tra i testimoni personaggi al limite del grottesco. Il primo novembre 1994 il vampa fu condannato all'ergastolo per quattordici dei sedici omicidi, tutti tranne il primo duplice omicidio del 1968.

Il 13 febbraio 1996 Pacciani nuovamente difeso da Bevacqua, Fioravanti e Nino Marazzita viene assolto in Corte d'Appello per non aver commesso il fatto e torna in libertà. Il 12 dicembre 1996 la Corte di Cassazione annulla la sentenza di assoluzione per un vizio di forma e rimanda Pacciani in Corte d'Appello ma nel frattempo Pacciani muore, il 22 febbraio 1998.

Lascia il tuo commento
commenti