I primi 100 giorni (più o meno). Assemblea a San Godenzo

Il nuovo sindaco parla di scuola, trasporti e altro

Politica
visibility237 - martedì 08 ottobre 2019
di Lisa Baroncelli
Più informazioni su
L'assemblea
L'assemblea © N.c.

Si è tenuta venerdì sera presso il Circolo Don Bosco di San Godenzo, un’assemblea pubblica indetta dalla nuova amministrazione.

“A poco più di 100 giorni dal nostro insediamento avvenuto il 7 giugno – dice il primo cittadino di San Godenzo, Emanuele Piani - abbiamo ritenuto importante e doveroso aggiornare la cittadinanza su cosa abbiamo fatto in questi mesi e quanto stiamo portando avanti. E’ vero che con i social network la comunicazione è più celere e molte cose i nostri cittadini le sapevano già – sottolinea Piani, “ ma una buona, sana assemblea pubblica alla vecchia maniera, mi sembra un evento importante per permettere a chi ne sente la necessità di esprimere il proprio punto di vista.”

Una settantina di persone nella sala parrocchiale, i temi sono spaziati dal bilancio; alla riorganizzazione scolastica; il trasporto pubblico riorganizzato e l’apertura di due sportelli di ascolto per i cittadini: uno rivolto ai locatari degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (link all’articolo); l’altro alle attività produttive locali. Si è parlato anche della collaborazione con l’Ente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna.

I temi principale su cui si è soffermato il primo cittadino sono stati: cambiamenti e sviluppi nella scuola e sul trasporto pubblico. Sul primo argomento sono due le novità importanti: in primis lo spostamento dello spazio gioco 1,2,3 all’interno del plesso della scuola materna con la possibilità di sviluppare tre mattine la settimana in cui i bambini da 18 a 36 mesi possono essere lasciati senza la presenza del genitore. “Già lo scorso anno avevano introdotto, in via sperimentale, la possibilità di fare una mattina di ‘nido’ – dice il sindaco – quest’anno abbiamo cercato di venire incontro alle mamme lavoratrici passando da una a tre mattine il servizio, buttando le basi per un sostegno alle giovani famiglie da sviluppare nei prossimi anni.” Il servizio si sposterà dal plesso delle scuole medie nei locali della materna, dove verrà ritagliata una stanza per i più piccoli.

Ad ottobre, nei locali della scuola, saranno installate quattro porte tagliafuoco in modo da compartimentare gli spazi della mensa e della cucina dagli spazi d’insegnamento e di gioco delle scolaresche. “L’installazione delle porte permette di superare il problema del limite antincendio dell’istituto; rende più sicuro il locale e permette di aumentare il numero degli allievi frequentanti. Per questo riusciremo a spostare 1,2,3, all’interno di questa struttura”, spiega il sindaco.

Importante cambiamento anche nel trasporto pubblico locale: “Un’operazione che ci rende molto orgogliosi”, continua Piani, - “ durante l’anno scolastico il trasporto pubblico locale subiva momenti di forte pressione proprio grazie all’alta affluenza dei bambini provenienti da altri comuni. Per riuscire ad oltrepassare questo problema abbiamo fatto una specifica convenzione con Scarl ( società gestrice di autolinee toscane e Sita), grazie alla quale i pullman della Sita copriranno i tratti maggiormente richiesti da Dicomano verso San Godenzo, mentre i pulmini comunali si indirizzeranno sul tratto San Godenzo-Muraglione e Castagno D’Andrea, con molto meno utenza. “ In questa maniera siamo riusciti a garantire il trasporto pubblico anche a quattro bambini residenti in zone montane, sulla strada per il Passo del Muraglione, cosa non riuscita fino ad oggi”.

Non si poteva concludere l’assemblea senza un riepilogo e un’anticipazione di quello che saranno gli investimenti dei proventi dell’evento Cookstock: “ Pensiamo che quanto raccolto debba essere investito nel restyling del Parco degli Alpini, l’area feste importante centro di aggregazione per la cittadinanza. – specifica Emanuele Piani, - ancora non ci sono progetti nello specifico, però è uno spazio usufruito da tutta la cittadinanza che da tempo richiede interventi.”

Lascia il tuo commento
commenti