Rimpatriata dei Salesiani a Borgo. Un po' di storia

Cultura
visibility1127 - venerdì 24 gennaio 2020
di Aldo Giovannini
Più informazioni su
Foto 1
Foto 1 © OK!Mugello

Nel secolo scorso tante sono state le associazioni o le congreghe che si sono alternate nella storia sociale, civile, politica e religiosa di Borgo San Lorenzo, per poi sparire dalla faccia della terra. Quando però si parla di “ Salesiani ”, si scatenano tanti ricordi in diverse generazioni, che hanno avuto la fortuna di studiare all’interno dell’istituto, o come lo scrivente di queste note, quella di andare a giocare nel mitico oratorio di via del Pozzino, dove operavano tanti sacerdoti di profondo insegnamento cristiano ma anche di altissimo livello morale, civile, sociale. Nomi come don Tarcisio Torracchi, don Fortunato Raddi, don Giuseppe Rodolfi etc, sono rimasti nel cuore di tanti oratoriani, che hanno avuto la fortuna di averli conosciuti ed avuti come maestri di vita. E pensare che dopo la guerra qualche emerito im….. voleva far tabula rasa. Ma lasciamo perdere.

Sono passati quasi 90 anni (1935) dall’arrivo dei salesiani a Borgo San Lorenzo, e quasi 50 anni (1967) dalla loro partenza. Ma, anche per le generazioni che sono nate dopo, quel luogo (il Centro Giovanile del Mugello) è ancora nitidamente ricordato e chiamato “Salesiani”. Scritto questo, ricordiamo che un gruppo di ex allievi, come ormai avviene da tanti anni (uno dei promotori era l’indimenticabile amico Pier Luigi Naldi), in occasione della festività di San Giovanni Bosco (che cade sempre il 31 gennaio) organizza una rimpatriata.

Questo il programma:

venerdi 31 gennaio 2020 alle ore 18 nel Santuario del SS. Crocifisso Santa Messa in onore e gloria del Santo.

La domenica successiva 2 febbraio 2020:

alle ore 10,15 ritrovo sul sagrato del Santuario degli ex allievi e degli ex oratoriani;

ore 10,30 Santa Messa con la partecipazione del Coro Alpino del Mugello;

ore 11,45 condivisione fra i partecipanti al Centro Giovanile;

ore 12,30 pranzo presso il refettorio del Centro Giovanile (ex Istituto Salesiano).

Tutti sono gentilmente invitati, e per ovvie ragioni organizzative sono pregati di contattare telefonicamente il Geom. Franco Stocchi (327 7433739) o don Antonio Lari (338 2975715). 0} 0

In questo contesto vogliamo pubblicare alcune immagini di quei tempi, anche se con l’amico Pier Luigi Naldi abbiamo scritto un grosso volume sulla presenza salesiana a Borgo San Lorenzo, poiché certe immagini nonostante ormai lontane nel tempo e nello spazio, danno ancora belli e struggenti ricordi di una vita vissuta.

Foto 1: Un sacchettino di caramelle per gli oratoriani. Da sinistra in alto Don Fortunato Raddi, Francesco Margheri, Patrizio Catani, Walter Tagliaferri, Egidio Tagliaferri, Vieri Chini, Giovanni Parigi, Enzo Cantini; seconda fila da sinistra, Roberto Biagi, Andrea Gori, Antonio Spignoli, Paolo Mattioli, Andrea Costi, Piero Valecchi, Giampiero Mazzi, Antonio Orlandi, don Tarcisio Torracchi. Terza fila inginocchiati da sinistra, Franco Paladini, Pierluigi Squarcini, Giovanni Ubaldi, Franco Stocchi, Gaetano Gori, Alessandro Modi, Enrico Rapezzi e Dino Bulleri.

Foto 2: Una attenta partita a “dama”; da sinistra in alto, Franco Berardi, Paolo Pini, Lanfranco Landi, Franco Appariti. Seduti da sinistra Alfiero Tanzini e Franco Dreoni.

Foto 3: I fratelli Marco e Pierluigi Squarcini con un giovane sacerdote di origini indiane.

Foto 4: Due amici oratoriani; Renzo Viliani e Marco Carretti

Foto 5: Al centro il prof. Giuseppe Alpigini, fondatorte del Gruppo Scouts dei salesiani con Giusppe Bellesi a sinistra e Umberto del Puglia a destra.