'Dopo di noi' e non solo. A Borgo convegno internazionale sull'inserimento di persone con disabilità

Full Life strategie, metodologie e strumenti per l'inclusione di persone con disabilità cognitive, fisiche e psichiche attraverso l'inserimento lavorativo e l'autonomia

Attualità
visibility313 - lunedì 17 febbraio 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Full Life
Full Life © Cooperativa Arca

Dal 10 al 13 febbraio si è tenuto a Firenze e a Borgo San Lorenzo il primo TRAINING previsto dal progetto europeo dedicato allo scambio di buone prassi per l’inclusione sociale e lavorativa di persone disabili. Sette sono i paesi europei partecipanti: Belgio, Francia, Irlanda, Portogallo, Serbia, Ungheria e Italia. Il progetto FULL LIFE fa parte del Programma Europeo Erasmus+, Educazione degli adulti ed è sostenuto dall’Agenzia Nazionale Erasmus Plus Indire.

Questa prima visita studio nell’ambito dello scambio di buone prassi è stata organizzata da Arca, che è anche capofila del raggruppamento che comprende le seguenti organizzazioni: RES – Réseau de l’Enterprises Sociale - (BE), CARITAS SABAC UDRUZENJE (RS),Institut de l'entreprise et de l'innovation sociale (FR), Socent Company Limited By Guarantee (IE), ASSOCIACAO NOVA AURORANA REABILITAE REINTEGRACAO PSICOSSOCIAL-ANARP (PT), Galileo Progetti Nonprofit Korlátolt Felelösségü Társaság (HU).

Il denso programma, dopo la prima presentazione del 10 febbraio nella sede di Arca ai partner delle esperienze dei Centri di socializzazione Arcolaio e Il Giaggiolo gestiti dalla cooperativa, è proseguito l’11 febbraio a Borgo San Lorenzo con l’incontro con le realtà istituzionali e i responsabili dei servizi gestiti da Arca sul territorio e rappresentati dalla dott.ssa Elisabetta Boni, Responsabile Ufficio Alta Integrazione e Servizi Socio Assistenziali della Società della Salute del Mugello, da Daniela Marra e Vincenza Voto di Arca. È stato presentato il progetto Dopo di Noi “PRIMI PASSI” svolto insieme alla SDS del Mugello ed altri partner tra cui Arca che ha l’obiettivo di aiutare le persone con disabilità a raggiungere una propria autonomia tramite esperienze di vita domestica di gruppo e di socializzazione. Le visite seguite nel pomeriggio ai servizi gestiti sul territorio dalla Cooperativa Arca sono state molto interessanti per i partner del progetto.

Nei due giorni seguenti a Firenze sono state affrontate le tematiche relative all’inserimento lavorativo dei soggetti portatori di disabilità psichica, cognitiva e fisica con la presentazione dei progetti a loro dedicati. Durante il confronto organizzato a New Staz, centro polifunzionale del Comune di Firenze, hanno partecipato l’Assessore ai Servizi Sociali del comune di Firenze, Dott. Andrea Vannucci, il Presidente della Cooperativa Ulisse Giovanni Autorino e il Direttore dell’Area Sociale di Arca Marco Parisi. Stefania Caselli, educatrice del Progetto VAI, e Mimoza Koja, educatrice del Progetto Polis 2.0 disabilità, hanno presentato i due servizi di accompagnamento al lavoro per persone con disabilità che da anni Arca gestisce rispettivamente nei territori della Zona Fiorentina Sud Est e Firenze. Durante la mattina sono inoltre intervenuti familiari, utenti dei servizi e aziende ospitanti dei percorsi di autonomia abitativa in qualità di testimoni diretti delle varie attività. Per un approfondimento del progetto complessivo sono state visitate due aziende presso le quali sono attivi gli inserimenti lavorativi e che collaborano da anni alla buona riuscita dei progetti: La Cooperativa Flo di Firenze e la SIAF, società di ristorazione collettiva con sede a Bagno a Ripoli.

Durante la seconda giornata, a Borgo San Lorenzo, importante è stata inoltre la partecipazione di Vincenza Voto, altra educatrice della cooperativa, che svolge da anni la stessa attività per la Fondazione Futuro Insieme, della Zona Fiorentina Sud Est, dove le attività del Dopo di Noi hanno già durata decennale. La mattina, ricca di spunti, ha visto intervenire varie professionalità locali come il Servizio Sociale Professionale dei Comuni del territorio afferente alla SdS del Mugello.

Molti gli interventi dei testimoni diretti dei progetti illustrati: persone che usufruiscono dei percorsi di autonomia, genitori ed Associazioni che collaborano attivamente alle attività. Il pomeriggio i partner sono stati accompagnati nelle visite ai servizi per la disabilità gestiti da Arca a Borgo San Lorenzo: il Centro Semiresidenziale CUS, la Comunità Il Girasole, la “Casina della Lela” appartamento per l’autonomia del Progetto Primi Passi.

Arca è capofila del Progetto europeo FULL LIFE: strategie, metodologie e strumenti per l'inclusione di persone con disabilità cognitive, fisiche e psichiche attraverso l'inserimento lavorativo e l'autonomia. Il progetto, che ha preso avvio ad ottobre 2019, proseguirà fino a febbraio 2022 ed ha come obiettivo lo scambio di buone prassi tra partner provenienti da Belgio, Francia, Irlanda, Portogallo, Serbia e Ungheria.

FULL LIFE contribuisce agli obiettivi della strategia 2010-2020 dell'UE, in particolare per quanto riguarda i seguenti aspetti: Partecipazione, Uguaglianza, Occupazione, Istruzione, Formazione. Il progetto prevede sette corsi di formazione attraverso le visite di studio, lo scambio di buone pratiche, il confronto tra sistemi, contesti e servizi, la discussione tra professionisti e il coinvolgimento di rappresentanti e decisori pubblici. E' programmata una Pubblicazione finale che include i risultati del progetto e la diffusione dei risultati oltre la predisposizione di una raccomandazione da consegnare agli organi decisionali europei.

Lascia il tuo commento
commenti