Al "rione" Olmi-Salaiole il Palio di San Lorenzo

Attualità
visibility2746 - lunedì 12 agosto 2019
di Aldo Giovannini
Più informazioni su
Al rione Olmi-Salaiole il Palio di San Lorenzo
Al rione Olmi-Salaiole il Palio di San Lorenzo © n.c.

Il Rione Olmi Le Salaiole hanno bissato il palio dello scorso anno (2018) aggiudicandosi anche il Palio 2019, per un sol punto (pt. 17) davanti al Rione di Santa Lucia e al Rione della Stazione (pt.16) che si sono battuti strenuamente nel tentativo di battere gli avversari che vestivano la maglia viola. Per dovere di cronaca al quarto posto è giunto il Rione di Faltona, mentre gli altri tre erano stati eliminati dopo le prime prove.

Comunque un gran bel palio, che ha visto i rioni battersi lealmente (a parte qualche immancabile polemica, che poi è il sale di questo tipo di eventi), davanti a un pubblico davvero straordinario che ha riempito la monumentale piazza Dante (la piazza dei Giardini Municipali) e le strade adiacenti. Il Palio è stato consegnato dal sindaco Paolo Omoboni, che un’ora prima era all’interno della Pieve di San Lorenzo, insieme a tutte le autorità civili, militari, amministrative e solidali, per la Santa Messa solenne in onore del patrono di Borgo, dal presidente della Pro Loco Alessio Capecchi e dai suoi solerti collaboratori, che si sono dati daffare con entusiasmo e tanta passione.

Urli da stadio, fumogeni, bandiere al vento, abbracci, entusiasmo alle stelle, per poi ritrovarsi davanti al desco in piazza del Popolo per un festoso convivio, mentre al Foro Boario la festa di San Lorenzo andava avanti con la cena, la tombola, il cocomero e i fuochi d’artificio. Finalmente una festa di tutti e per tutti, senza steccati politici e ideologici.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • GILBERTO ha scritto il 11 agosto 2019 alle 12:25 :

    concordo pienamente con quanto da Lei scritto e con l'estensore dell'articolo per la frase finale. Rispondi a GILBERTO

  • Alessandro ha scritto il 11 agosto 2019 alle 12:08 :

    Questa la Borgo che vorrei, un paese in festa, una comunit che invade le piccole stradine e piazze del centro, una comunit di giovani festanti, belli, puliti, sorridenti, felici di stare tutti insieme per una serata che non deve e non pu portare polemiche e strascichi. Un ringraziamento per coloro che hanno sopportato per una sera la confusione, ma grazie anche a loro che il paese si vestito a festa. Un ringraziamento alla politica perch cerchi altri argomentazioni per far parlare di se. Ma il ringraziamento pi sentito per tutti i nostri giovani, che hanno tenuto vivo il paese con questa iniziativa. Bravi e avanti con le prossime feste. Un ultra 50. Rispondi a Alessandro