Positivo e in quarantena. Ma il Green Pass è attivo: si fa un tampone in farmacia e va al lavoro

E' accaduto a Borgo. Ce lo racconta una imprenditrice come testimonianza del caos che regna sulle quarantene.

Attualità
visibility5293 - giovedì 13 gennaio 2022
di Redazione
Più informazioni su
Green pass
Green pass © n.c.

Giovedì 13 gennaio - Ci ha scritto ieri una lettrice, imprenditrice di Borgo San Lorenzo, per raccontarci quanto le è successo nei giorni scorsi. Vari suoi dipendenti, spiega, sono risultati positivi al Covid e come da procedura sono stati messi quarantena dalla Asl. Ma, come lei stessa ha potuto constatare, il loro green pass sarebbe rimasto attivo per tutto il periodo della quarantena. Non solo, secondo quanto ci riferisce, alcuni di loro (visto che non sarebbe stato esplicitamente indicato nella lettera Asl) hanno sbagliato il termine quarantena e hanno autonomamente fatto un sempice tampone in farmacia. A seguito del quale, avuto risultato negativo, sarebbero tranquillamente usciti ed andati al lavoro. Dove lei non li ha potuti bloccare e non ha riscontrato irregolarità visto che avevano il green pass valido ed attivo. 

Il tutto si sarebbe poi concluso in maniera quasi surreale quando Asl ha cercato uno dei lavoratori a casa per i termine di fine quarantena. Sentendosi tranquillamente rispondere: non c'è. E' al lavoro. 

Insomma. Magari forse anche questi lavoratori avrebbero dovuto informarsi meglio sulla durata della quarantena: che si conclude con il tampone negativo al decimo giorno (sette giorni se òpositivo asintomatico con terza dose). Però tutto questo è anche segno di un sistema che fatica (a voler essere benigni) a tenere il passo di Omicron. Qualcosa, forse, dovrà essere aggiustato.

Lascia il tuo commento
commenti