Scarperia-S.Piero. Il Comune presenta il bilancio di Previsione 2021-2023 (ecco cosa si vuole fare)

Attualità
visibility399 - martedì 23 marzo 2021
di Redazione
Più informazioni su
Bilancio
Bilancio © N.c.

Il Consiglio Comunale di Scarperia e San Piero ha approvato lo scorso 11 marzo il Bilancio di Previsione 2021/2023 ossia il documento contabile che contiene le previsioni di entrata e di spesa del 2021 e dei due anni successivi ed è il più importante strumento di programmazione di tutte le attività dell’Ente. E’ un documento tecnico complesso e articolato, non facile da leggere e da sintetizzare. Ecco quindi la nota di presentazione stilata dal comune:;

Quali sono le scelte dell’Amministrazione collegate ai numeri del bilancio (vedere tabelle in immagine)?

Per quanto riguarda la parte entrata è da mettere in evidenza che tutte le imposte e tasse (IMU, addizionale Irpef, diritti e rimborsi, ecc..) del Comune rimangono invariate rispetto all’anno scorso, ad eccezione dell’IMU per i fabbricati rurali strumentali all’agricoltura che sarà azzerata nel corso dell’anno. Invariate anche le tariffe dei servizi di mensa, trasporto scolastico e asilo nido che rimangono uguali e sono calcolate con riferimento all’ISEE del nucleo familiare per andare incontro alle situazioni  che hanno minor reddito e patrimonio. Nessun aumento previsto per il 2021: così ha scelto l’Amministrazione Comunale consapevole di essere in un anno particolarmente difficile, segnato dai problemi sociali, economici e lavorativi causati dall’emergenza sanitaria ancora in corso. Per i servizi comunali la percentuale di copertura dei costi con i proventi derivanti dai pagamenti degli utenti  (Asilo nido, mensa scolastica, mensa sociale, trasporto scolastico) è pari al 53,62%. Quindi quasi la metà del costo dei servizi l’Amministrazione Comunale ha scelto di imputarlo alla fiscalità generale per contenere il costo di servizi considerati essenziali per ogni nucleo familiare. Il Comune investe circa 200.000 euro l’anno per rendere accessibile a tutti il l’asilo nido che un servizio educativo a favore dei bambini piccoli ma anche uno straumento per consentire la conciliazione dei tempi di vita con quelli di lavoro e sostenre in particolare le donne per il ragiungimento della vera parità di genere.

Sono inoltre confermate tutte le agevolazioni previste per la tassa dei rifiuti TARI, mentre i relativi importi saranno approvati successivamente, dopo la definizione del piano economico-finanziario del servizio di raccolta rifiuti, che dovrà essere approvato da tutti i Comuni che fanno parte del nostro ambito.

Proseguirà, anche per l’anno in corso, l’attività di controllo dei pagamenti dei servizi comunali e il recupero dell’evasione delle tasse comunali con una previsione di entrata di 180.000,00 euro. 

Sempre in entrata è previsto il trasferimento statale per i Comuni oggetto di fusione pari a 1.046.732,08 euro che corrisponde all’importo definito dal Governo a Giugno 2019. E’ una previsione prudente che l’Amministrazione ha voluto fare per non mettere a rischio gli equilibri del bilancio comunale. Il Comune conta però che a regime i trasferimenti siano superiori a seguito dell’incremento del fondo nazionale che dovrebbe essere approvato dal Governo con prossimi provvedimenti. 

Sul fronte della spesa sono previste tutte le risorse necessarie per mantenere e rafforzare il livello e la qualità dei servizi erogati (mensa, trasporto, asilo nido, attività culturali, associazionismo, sport, servizi sociali, manutenzione delle strade comunali, pubblica illuminazione, cimiteri). Anche per il 2021 è stato confermato il fondo di 10.000 euro per stimolare l’apertura di nuove attività commerciali ed artigianali nei centri abitati del Comune. E’ stato anche previsto un fondo di 30.000 euro per il progetto Mugello Solidale che prevede la concessione di piccoli prestiti senza interessi ed è rivolto alle persone che si trovano in difficoltà momentanea e che, non  trovando una banca o una finanziaria disponibile a concederle un prestito, rischiano di cadere nelle mani dell’usura. Per i servizi sociali e socio-sanitari il Comune sostiene fortemente la Società della Salute del Mugello con il trasferimento di risorse pari ad oltre 700.000 euro l’anno. Anche per la gestione della pandemia sono stati fatti molti interventi di sostegno a chi si è trovato in difficoltà che il Comune da solo non sarebbe stato in grado di fare. Per l’anno 2021 sarà massima l’attenzione verso tutte le situazioni di difficoltà causate dall’emergenza sanitaria, con l’obiettivo di intervenire anche con azioni straordinarie da valutare in base alle necessità che si presenteranno in modo che nessuno rimanga escluso.

Una parte molto importante del Bilancio è, anche per quest’anno, quella relativa agli investimenti: e’ di circa 13 milioni di euro la cifra destinata ad opere pubbliche per l’anno 2021. Si tratta, oltre che di fondi propri (oneri di urbanizzaizone e risorse straordinarie della fusione) anche di contributi statali e regionali che il Comune lavora per ottenere con la partecipazione ai bandi che assegnano agli enti risorse aggiuntive per specifici progetti. Il Piano delle Opere Pubbliche prosegue con interventi per l'adeguamento sismico e l'efficientamento energetico del patrimonio, per la sicurezza e la manutenzione delle strade. Quindi obiettivi chiari e precisi che l’amministrazione sta continuando a perseguire con grande convinzione per adeguare tutto il patrimonio comunale.  Non mancano gli interventi di sviluppo e di prospettiva come la realizzazione della nuova biblioteca comunale nell’immobile dell’ex casa del fascio e la contestuale sistemazione di piazza della Torricella e la destinazione dell’immobile ex H2 a Casa della Salute per la collocazione del distretto sanitario e dei medici di famiglia. I progetti di fattibilità di questi interventi sono stati fatti in collaborazione con l’Università di Architettura di Firenze con la quale il Comune ha stipulato un’apposita convenzione che comprende anche la progettazione di fattibilità di altri interventi di riqualificazione urbana.

Il Sindaco Federico Ignesti si dichiara soddisfatto del lavoro fatto finora e afferma: “i conti del Comune sono in ordine. Anche per quest’anno nessun aumento di tasse e ancora molti investimenti. Il Comune beneficia, oltre che dei contributi straordinari dovuti alla fusione, anche dell’opera di riduzione dell’indebitamento che è stata fatta negli anni scorsi. Siamo passati da 754.802,30 euro del 2014 a 328.680,14 euro del 2021 di spesa a carico del bilancio per il rimborso dei prestiti. Ritengo che tasse invariate, investimenti e sostegno a chi è in difficoltà sia l’unica formula per garantire la ripresa economica dopo l’emergenza sanitaria, lo sviluppo economico, il consolidamento e la creazione di nuovi posti di lavoro, la crescita del benessere e la coesione sociale di tutti i cittadini. Il Comune è forte e vitale e può ancora fare molto per lo sviluppo del territorio. Anche per il turismo ci sono prospettive incoraggianti frutto di politiche mirate, che stiamo portanto avanti come Unione dei Comuni del Mugello, per far conoscere e vivere il nostro territorio esaltandone le varie peculiarità, da quella sportiva a quella culturale passando per quella ambientale/naturalistica per raggiungenre quella architettonica e non ultima quella eno-gastronomica. TUTTI INSIEME CE LA FACCIAMO”.

 

Lascia il tuo commento
commenti