Kriechmayr vince la discesa di Wengen, Paris terzo

TopNews
OkMugello sabato 15 gennaio 2022
di Italpress
Kriechmayr vince la discesa di Wengen, Paris terzo
Kriechmayr vince la discesa di Wengen, Paris terzo © ItalPress

WENGEN (SVIZZERA) (ITALPRESS) – Vincent Kriechmayr ha vinto la seconda discesa libera di Wengen, valevole per la Coppa del Mondo maschile di sci alpino 2021/2022.
L’austriaco, sceso con il pettorale numero 7, ferma il cronometro sul tempo di 2’26″09, che vale la prima piazza.
Seconda posizione per lo svizzero Beat Feuz (+0″34), davanti a Dominik Paris, terzo a 44 centesimi dal vincitore.
L’azzurro torna dunque sul podio nella classica discesa di Wengen a due anni di distanza dal secondo posto ottenuto nel 2020.
Il campione della Val d’Ultimo è terzo (podio numero 41 in carriera), grazie ad una parte finale di alto livello, nella quale è riuscito a rimediare a qualche errore compiuto nella parte alta.
“Oggi ho messo tutto quello che avevo in pista – ha detto Paris -, ho visto Feuz in tv e non aveva sciato così bene e ho pensato di poterlo battere.
Poi però, all’Hundschopf ho sbagliato e ho lasciato troppo tempo.
Poi sotto sono riuscito a sciare come mi ero prefissato di fare e il risultato si è visto.
Sono contentissimo di questo risultato perchè a Wengen faccio sempre un pò fatica a far bene, e per questo motivo è ancora più bello salire sul podio qui”.
Fuori dalla top-10 Christof Innerhofer, 12esimo, più attardati Matteo Marsaglia e Mattia Casse.
Nella discesa libera femminile di Zauchensee, torna al successo Lara Gut-Behrami che fa segnare il miglior tempo in 1’45″78, conquistando così la seconda vittoria stagionale dopo quella nel Super-G di casa a St.
Moritz.
Si tratta del trionfo numero 34 in carriera nel circuito (64 i podi) per Gut-Behrami, che si mette così definitivamente alle spalle il lungo stop dopo la positività al Covid-19.
Seconda posizione a 10 centesimi dalla vincitrice per la tedesca Kira Weidle, davanti all’austriaca Ramona Siebenhofer.
Sfiora il podio l’azzurra Nadia Delago, che con il pettorale 19 si ferma ad appena 8 centesimi da Siebenhofer, centrando il miglior risultato della carriera.
Ottimaprestazione anche per Federica Brignone, che al rientro in garadopo i problemi al ginocchio chiude sesta (+0″87).
(ITALPRESS).

Le più commentate
Le più lette