Cosa fare dopo un trauma ai denti?

Anna ci chiede: I bambini spesso cadono o si scontrano  giocando. Cosa fare dopo un trauma che ha coinvolto i denti?

Dott. Emilio Corvino Chiedilo al dentista
visibility182 - OkMugello - martedì 31 agosto 2021
Cosa fare dopo un trauma ai denti?
Cosa fare dopo un trauma ai denti? © Mick Haupt unsplash

Cara Anna, i bambini, ma non solo i bambini, spesso vengono coinvolti in incidenti che interessano la bocca e i denti. Il più delle volte, per fortuna, si tratta di un po’ di dolore e di piccole lesioni alle labbra che durano qualche giorno, ma talvolta i denti possono subire fratture o essere espulsi dalla loro sede (l’alveolo). In caso di traumi più importanti, quello che viene fatto nei primissimi minuti può influenzare drasticamente il destino dei denti coinvolti, come specificato nelle linee guida elaborate dal ministero della salute.

Come sempre in medicina, sarebbe preferibile prevenire i traumi e le loro conseguenze. È accertato ad esempio che i bambini obesi o in sovrappeso cadono più frequentemente e con conseguenze più gravi. Allo stesso modo l’uso prolungato del ciuccio può portare ad una posizione dei denti più sporgenti, che rende gli incisivi superiori più soggetti a traumi. Sempre allo scopo di limitare le conseguenze dei traumi è consigliato usare dei paradenti durante tutte le attività sportive piuù a rischio.

Ma cosa fare una volta che l’incidente è avvenuto?

Se oltre ai denti sono coinvolte altre strutture, come il naso, o si sospetta un trauma cranico, naturalmente bisogna fare riferimento immediatamente al pronto soccorso. Vanno comunque cercati i frammenti dei denti eventualmente fratturati e conservati in modo adeguato fino all’intervento del dentista. L’ideale sarebbe metterli in un contenitore contenente soluzione fisiologica (va benissimo anche quella per lenti a contatto). In alternativa anche il latte può andare bene. Quando invece  un dente è caduto a causa del trauma, se si tratta di un dente permanente (definitivo), la cosa migliore da fare è cercare di riposizionare il dente al suo posto il prima possibile. Il fattore tempo è fondamentale e anche 10 minuti di attesa riducono drasticamente la possibilità di salvare il dente. Va preso per la corona senza toccare mai la radice, sciacquato sotto acqua corrente (mi raccomando, chiudete lo scarico del lavello con un tappo durante questa operazione!) e reinserito delicatamente al suo posto. Naturalmente in ogni caso bisogna poi recarsi dal dentista il più velocemente possibile.

Le principali società scientifiche nazionali hanno elaborato un poster, che riassume i comportamenti da adottare subito dopo un trauma che ha coinvolto i denti.

Per le tue domande al Dr. Corvino, invia una mail a studiocorvino@gmail.com

NB: le informazioni presenti in questa pagina non rappresentano in alcun modo un consulto medico. In nessun caso queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l'assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.

Lascia il tuo commento
commenti