#14 Bruno Confortini. Lo scrittore con la S maiuscola

"Assassinio a Ponte a Vicchio" è il titolo dell'ultima fatica letteraria di Bruno Confortini.

Francesca Apricena Le interviste di Francesca
visibility419 - OkMugello - mercoledì 14 aprile 2021
Bruno Confortini
Bruno Confortini © Premio letterario Racconti nella Rete

Cari ascoltatori e appassionati podcaster. Questa rubrica con interviste a personaggi conosciuti dal grande pubblico e altri meno noti a livello nazionale ma altrettanto importanti per il loro spessore culturale, sta continuando a crescere di ascolti. Nelle ultime settimane mi sono giunti apprezzamenti da più parti d’Italia, segno questo che stiamo proseguendo sulla strada giusta.

In questa puntata mi lascio coinvolgere in un dialogo, quasi un monologo, con lo scrittore (secondo me con la S maiuscola) Bruno Confortini che ci racconta le emozioni e i pensieri relativi al suo ultimo libro “Assassinio a Ponte a Vicchio”, uscito a settembre 2020. Un libro da leggere, anche perché Confortini, ha pubblicato vari libri, principalmente dedicati alla storia, allo sport, racconti e anche poesie, ma questa ultima fatica letteraria apre per Confortini un nuovo filone di cui spero sia molto prolifico.

Sinossi.
Un giorno di novembre, nel dimenticato paese di Ponte a Vicchio, nel Mugello, viene ritrovato il cadavere di un uomo francese. Che ci faceva a Vicchio? Chi l’ha ucciso? Queste e altre domande scorrono negli appunti che il maresciallo Domenico Vitale riporta nel suo quaderno, tentando di risolvere la prima indagine della sua carriera. Un’inchiesta complicata, che il maresciallo svolgerà tra le chiacchiere e i pettegolezzi del bar del paese, insieme ai suoi fedeli frequentatori. Un giallo divertente, che con la giusta dose di intrigo e ironia trasporterà il lettore nei ritmi e nelle abitudini del paese toscano. 

Ascoltate la mia intervista e se vi  piace potete condividerla.

 

Lascia il tuo commento
commenti