Addio al mugellano Carlo Luigi Ciapetti. Il radioamatore angelo di Firenze

Giornalista, esperto in pubbliche relazioni, aderente al Grande Oriente d'Italia e autore del libro "Massoneria Italiana tra Stato e Chiesa". Nel 2016 aveva iniziato a collaborare con OKMugello

La Redazione Parliamone di Domenica
visibility971 - OkMugello - domenica 28 marzo 2021
Carlo Luigi Ciapetti
Carlo Luigi Ciapetti © OKMugello

Dopo una lunga malattia si è spento all'eta di 83 anni Carlo Luigi Ciapetti, uomo di grande cultura. I nostri lettori più affezionati ricorderanno che nel 50°esimo anniversario dell'alluvione di Firenze, OKMugello pubblicò la storia del radioamatore Ciapetti (sigla I5CLC) che fu protagonista e organizzatore della prima rete d'emergenza primaria. E che diffuse al mondo intero la notizia di quanto stava succedendo a Firenze (clicca qui per leggere l'articolo).

Carlo Luigi Ciapetti non è stato solo un radioamatore. Professionalmente iniziò con Olivetti, per passare poi a Univac,  IBM,  MDS e infine NCR, in un percorso durato venti anni che lo portò a vivere ed a conoscere, oltre alla migliore Italia, quasi tutta l’Europa, la URSS di Kruscev, gli USA da Johnson a Bush, il Sudest asiatico e infine l’Australia.

Specializzato nelle pubbliche relazioni e nel giornalismo, iniziò un’attività professionale nella quale realizzò modelli innovativi, organizzando o collaborando a mostre e convegni, come Exposer nel cui ambito fece nascere Hambit per la diffusione della comunicazione digitale, scrivendo e pubblicando libri, spingendosi a inventare e a introdurre tecniche nuove, prima fra tutte la “analisi di rischio” che organizzò personalmente per i settori bancario, parabancario e assicurativo, in particolar modo per il settore del leasing. 

Libero muratore, orgoglioso di esserlo, è stato autore del volume Massoneria Italiana tra Stato e Chiesa, che scrisse nel 1994 con lo scopo, come lui stesso successivamente ha spiegato di "scuotere, con una maggior consapevolezza della situazione allora in essere, una Massoneria del Grande Oriente d’Italia afflitta e disorientata dopo il tradimento del suo Gran Maestro, per di più avvenuto al termine di un decennio di attacchi strumentali e privi di ogni collegamento alla realtà”. 

E' un grande dispiacere - dichiara Saverio Zeni editore di OKMugello - La perdita di un uomo come Carlo lascio un vuoto incolmabile. Chiunque lo abbia conosciuto ha potuto cogliere l'essenza della bontà d'animo di questa persona. Uomo mite, elegante, all'apparenza cagionevole, ma con una energia e una cultura da fare invidia. Ciapetti ha rappresentato una fonte inesauribile di conoscenza e di saggezza, sempre pronto a fornire consigli e indicazioni per una crescita personale e professionale. Personalmente ho avuto l'onore di conoscere Carlo nel 2016 proponedogli di scrivere per il nostro giornale. Cosa che ha accettato subito con entusiasmo.

Leggi i seguenti articoli:

4/11/1966. Corsa contro il tempo per creare una rete radio a Firenze, una bella storia su OK!Mugello

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Sauro Bernini ha scritto il 28 marzo 2021 alle 18:03 :

    Grande uomo semplice signore........grande amico ......rip Rispondi a Sauro Bernini