'Tra l'abisso e il collasso'. L'Ep di esordio dei mugellani Dopo Saturno

I due, borghigiani, vengono dall'esperienza dei My Light Bones, e hanno suonato recentemente dal vivo al Liberamente Festival di Barberino del Mugello in apertura al cantautore Scarda

Spettacolo
visibility170 - giovedì 23 settembre 2021
di Redazione
Più informazioni su
I dopo Saturno
I dopo Saturno © N.c.

I Dopo Saturno sono Riccardo Betti e Marco Lompi, un duo alternative-pop chitarra, voce e synth di Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze. Nati nella calda estate del 2018 in un fresco seminterrato mugellano. Dopo una prima esperienza con la band My Light Bones, durata sette anni con 3 ep e un significativo numero di live soprattutto a livello regionale, la molla che ha fatto scattare di nuovo la scintilla è stata la visione della web series Kahbum e la sfida di replicare l'esperimento di mettere in musica un flusso di coscienza sulla base di titoli sorteggiati.

'Tra l'abisso e il collasso' è il loro EP d'esordio ed è stato anticipato dai singoli Un lato poetico e Sea of Tranquility, rilasciati durante l'estate. Lo scorso 3 settembre i ragazzi hanno fatto il loro debutto dal vivo al Liberamente Festival di Barberino del Mugello in apertura al cantautore Scarda.

L'Ep di esordio è costituito da cinque canzoni dalle atmosfere minimali con al centro le contraddizioni della società contemporanea. «Abbiamo scelto questo titolo perché la frase si trova esattamente a metà dell'EP e ci sembrava adatta per dare un'idea di cosa l'ascoltatore può trovare nei pezzi. Lo sguardo è rivolto sia al mondo interiore che alla realtà che ci circonda, l'abisso lo vediamo fisicamente mentre il collasso si verifica dentro di noi. Inoltre, il titolo si inserisce all'interno di un verso in cui emerge la forza propulsiva della noia che per noi rappresenta il motore motivazionale per migliorarsi. Avevamo questi brani nel cassetto da tempo e abbiamo anticipato le tappe ma questo è solo l'inizio, il nostro repertorio si sta ampliando molto velocemente».

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento
commenti