'Il mio pinscher aggredito e ucciso da un altro cane all'area cani di San Piero'

La denuncia e lo sfogo di un lettore che afferma: "La proprietaria non si è neanche scusata, ma si è subito dileguata'

Cronaca
visibility3706 - sabato 23 aprile 2022
di Redazione
Più informazioni su
Il cagnolino aggredito
Il cagnolino aggredito © OK!Mugello

Un lettore di San Piero a Sieve, Vittorio Lelli, ha scritto alla redazione di OKMugello la seguente lettera:

Salve, chiedo aiuto. Oggi (ieri ndr) un cane razza lupo cecoslovacco che era con una donna abbastanza giovane (sulla 30ina direi) ha agguantato il mio cane (un pinscher) all'area cani di San Piero a Sieve, uccidendolo.

Ci spiega che la ragazza si sarebbe poi allontanata mentre lui è immediatamente corso dal veterinario sperando di potergli salvare la vita (purtroppo però il cane è arrivato dal veterinario già deceduto). Ora il nostro lettore ricerca questa doinna dai capelli castani, non troppo lunghi, ricci. E afferma:

"Non ho preso il nome essendo stato preso dal panico ed essendomi recato immediatamente alla clinica veterinaria".

I fatti, come detto, sono accaduti venerdì all’erea cani di San Piero. Il padrone dello sfortunato pinscher racconta che era appena entrato nell’area recintata e il suo cane era ancora al guinzaglio.

Quando l'altro cane si è avvicinato, racconta, la padrona era girata dall’altra parte e non ha visto subito. I due cani si sarebbero annusati e poi il lupo cecoslovacco avrebbe aggredito il pinscher, Lui, racconta, è subito corso dai vicini veterinari, ma l’animale è arrivato in ambulatorio già morto. "La ragazza - afferma - non si è per niente scusata per quanto successo. Anzi mi ha aggredito verbalmente dicendo che l’avrei dovuta avvisare quando sono entrato. Non si è interessata della fine del mio cane, e ne ha approfittato per dileguarsi”. E aggiunge: “Solo dopo ho scoperto che aveva avvisato altri di non entrare perché il suo cane era aggressivo. Allora avrebbe dovuto avvisare anche me”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Michele Battistini ha scritto il 24 aprile 2022 alle 19:06 :

    È un'area pubblica non privata non si deve chiedere il permesso di entrare a chi non sa gestire il suo cane credo che la civiltà e l amore per gli animali siano troppo difficili per certe persone Rispondi a Michele Battistini

  • Michele Battistini ha scritto il 24 aprile 2022 alle 12:21 :

    Non volevo leggere l articolo perché certi episodi non dovrebbero accadere ma come al solito ci troviamo davanti a persone che prendono cani senza sapere come gestirli perché sono di moda ma la legge dice che devono portare la museruola , spero che la padrona del cane venga trovata anche perché Lupi cecoslovacchi a San Piero non credo ce ne siano tanti e denunciata Rispondi a Michele Battistini

  • emanuele ha scritto il 24 aprile 2022 alle 09:11 :

    La ragazza ha completamente ragione….è chi entra che deve avvisare che sta entrando e accertarsi che sia tutto ok….invece ci sono persone che danno x scontato che i cani debbano x forza andare d’accordo Rispondi a emanuele

    Leonardo ha scritto il 25 aprile 2022 alle 11:03 :

    Se un cane è aggressivo, deve essere il padrone a gestirlo. In Italia esistono leggi ben chiare sulla "condotta" dei cani. È previsto l'obbligo di museruola, ad esempio, quando può essere a rischio l'incolumità di persone o altri animali, e chi ha un cane la dovrebbe avere sempre dietro. E questo sembra essere il caso,. Un cane notoriamente aggressivo lasciato libero in un'area accessibile anche ad altri. Ma siccome siamo in Italia, non si è mai visto un cane, neppure i più aggressivi, con la museruola. Lo ripeto: siccome siamo in Italia. Sarebbe una norma di civiltà, ma gli italiani mediamente sono molto incivili. Lo dimostra il fatto che la tipa si è dileguata, invece di prendersi le sue responsabilità. Rispondi a Leonardo

  • ANGELA IMBESI ha scritto il 23 aprile 2022 alle 17:25 :

    Se si possiede un cane aggressivo non si dovrebbe andare in un'area cani, ma in zone meno frequentate da altri cani... Rispondi a ANGELA IMBESI