Picchiato sul treno "via Pontassieve". E' la seconda lite in meno di un mese

Il povero 40enne, una volta sceso alla stazione di Contea, è stato anche seguito fino a casa

Cronaca
visibility3359 - martedì 16 febbraio 2021
di Martina Stratini
Più informazioni su
Violenza - lite - rissa
Violenza - lite - rissa © Pixabay

Un uomo di quaranta anni di colore è stato picchiato a bordo di un treno sulla ferrovia Via Pontassieve e poi, una volta sceso alla Stazione di Contea, inseguito fino praticamente sotto casa da uno dei suoi aggressori. Il fatto è avvenuto nella serata di domenica (14 febbraio, ndr).

Si tratta della seconda lite a bordo di un treno della linea "via Pontassieve" in meno di un mese dall'ultima.

L'ultimo diverbio, dai tratti piuttosto violenti,  era avvenuto il 23 gennaio scorso. In quel caso nessuno aveva denunciato i fatti ma i Carabinieri erano intervenuti data l'entità del fatto (erano stati utilizzate bottiglie e martelletti frangi-vetro, ndr) ed il grosso ritardo che la lite aveva causato al treno (Clicca qui per leggere l'articolo). 

Questa volta, invece, una delle persone coinvolte nella lite è finita in ospedale con 15 giorni di prognosi e ha denunciato l'accaduto. 

Secondo la ricostruzione dei fatti raccontata durante la denuncia ai Carabinieri di Pontassieve  dal quarantenne nella giornata di ieri, l'uomo sarebbe stato seduto in una carrozza fra le 20 e 21 di domenica sera quando con una scusante gli si sarebbero avvicinate due persone a lui sconosciute che avrebbero trovato pretesto per attaccare briga. L'uomo sarebbe stato poi picchiato e, secondo la sua versione dei fatti, non avrebbe risposto alla violenza. Uno dei due uomini sarebbe sceso ad una stazione precedente alla stazione di destinazione di arrivo del quarantenne (Contea, ndr) mentre il secondo lo avrebbe seguito fino a praticamente sotto casa. Il quarantenne ha poi richiesto l'intervento dei Carabinieri ed è stato trasportato in codice giallo presso l'Ospedale di Santa Maria Annunziata. 

Le autorità sono già al lavoro, sulla base anche dei dettagli e la ricostruzione da parte del quarantenne, per individuare gli altri soggetti coinvolti nella lite. 

 

Lascia il tuo commento
commenti