Succo di Melograno. Sold-Out per la serata a Borgo sul libro di Gensini e Santoli

Attualità
visibility552 - martedì 18 febbraio 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Margheri e Gensini
Margheri e Gensini © OK!Mugello

Sala esaurita all’Auditorium Centro Incontri di Borgo San Lorenzo, in occasione dei “Venerdi d’eresia” per la presentazione di “Succo di melograno” libro curato da Ezio Alessio Gensini e Leonardo Santoli. Evento sotto l’egida della Sezione Soci di Borgo San Lorenzo di Unicoop Firenze, BiblioCoop e il Patrocinio del Comune di Borgo San Lorenzo.

I curatori Ezio Alessio Gensini e Leonardo Santoli, dopo aver illustrato l’opera dal punto di vista dei contenuti e con un breve video che raccoglie tutta l’opera pittorica raccolta nel volume e i tweet esplicativi, con la colonna sonora di Cristian Bagnoli. Il Consigliere regionale della Toscana Fiammetta Capirossi, oltre a spiegare perché il Consiglio Regionale ha stampato l’opera ha fatto una analisi sul femminicidio in Italia e in Toscana, con numeri e statistiche agghiaccianti.

Poco è cambiato negli ultimi anni. Il ricercatore del Consiglio Nazionale Ricerche Francesco Romano, ha fatto una analisi sulla giusta condanna prendendo spunto dai documenti delle banche dati giuridiche del Cnr e, ha rivelato che è curiosa o almeno lo è stata in passato l’applicazione della condanna dell’uomo autore di femminicidio. Lo storico locale, oltre che poeta, scrittore e pittore Fabrizio Scheggi, ha fatto un escursus del passato storico locale dei femminicidi o presunti tali avvenuti nella valle nella storia. Performance di Sara Margheri, attrice con quasi vent’anni di esperienza. Ha iniziato nel Teatro Idea del deus ex machina Vieri Chini e poi formatasi nelle migliori scuole attoriali di arte drammatica in particolare. Collabora da molti anni con alcune compagnie teatrali locali e non solo e per la sua versatilità spazia in interpretazione di personaggi anche molto diversi tra loro. La sua vita è il teatro.

‘Succo di melograno – Femminicidio: Punti di vista, visti da punti diversi. Un contributo a cambiare, per cambiare' - uscito nel 2017 e dedicato al tema della violenza sulle donne, ora diventato anche una pièce teatrale itinerante dal titolo ‘L’amore nero’.

Con questa pubblicazione i curatori hanno voluto dare ampia visibilità a “punti di vista diversi” (diversità intesa, come interessi ed attività degli autori degli articoli partecipanti) sulla “parola e problema”: femminicidio. Sono stati raccolti articoli di giornalisti, “punti di vista” di cartonist, di blogger, di giuristi, di ricercatori scientifici, di accademici della Crusca e non solo, di artisti e tante altre sfaccettature professionali della vita pubblica quotidiana. Punti di vista, visti da punti diversi. Con un unico scopo. Uomini sensibili e donne, contro la mattanza delle donne stesse. Un contributo a cambiare, per cambiare. Ogni saggio è “preceduto e seguito” da un volto di Leonardo Santoli con a fronte un testo di Ezio Alessio Gensini. Una terza pagina sarà un tweet di Ezio Alessio Gensini interpretato fotograficamente/pittoricamente da Leonardo Santoli. Un contributo emozionale oltre che sociale e solidale. Hanno aderito al progetto con un contributo: Matilde Paoli, Barbara Enrichi, Rosario Coluccia, Fabio Magnasciutti, Rita Salvadei, Doriana Goracci, Roberto Ferri, Giancarla Codrignani, Fabrizio Scheggi, Francesco Romano, Francesca Serragnoli, Maria Teresa Scorzoni, Marco Ferrazzoli, Marinella Mancardi, Francesca Dragotto, Claudia Rota, Luisa Barbieri, Beppe Dati, Annamaria Pecoraro, Francesca Scorzoni, Cinzia Cerè, Edoardo Marzocchi, Eliana Masulli e Federica Iacobelli. Volume arricchito dalla prefazione, presentazione e introduzione del Presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani, del Vice-Presidente del Consiglio regionale della Toscana Lucia De Robertis e dalle Donne del Consiglio regionale della Toscana. Il volume è disponibile gratuitamente in versione pdf scaricabile on line dal sito della Regione Toscana.

Nel 2018 Ezio Alessio Gensini e Leonardo Santoli hanno curato la pubblicazione di 'Pugni chiusi - Bullismo: punti di vista, non-storie, impressioni, significati. Soluzioni?. Un contributo a cambiare, per cambiare', con la quale hanno cercato di dare visibilità a un altro fenomeno sociale di grande attualità il bullismo, fornendo punti di vista diversi, con un unico scopo: far emergere una nuova sensibilità contro a questa piaga sociale che mina generazioni di giovani e non solo giovani. ‘Pugni chiusi' è scaricabile gratuitamente dal sito web del Consiglio Regionale della Toscana (clicca qui):

Nel 2019 Ezio Alessio Gensini e Leonardo Santoli hanno curato la pubblicazione 'Uomini, donne e bambini - Migranti, rifugiati, richiedenti asilo, profughi: punti di vista, non-storie, impressioni, significati. Soluzioni? Un contributo a cambiare, per cambiare'. La pubblicazione vuole dare ampia visibilità a punti di vista diversi sulla parola “migranti”. 'Uomini, donne e bambini' è scaricabile gratuitamente dal sito web del Consiglio Regionale della Toscana (clicca qui)


Lascia il tuo commento
commenti