San Piero - Fortezza. Ma quel cantiere non viene chiuso?

Attualità
visibility1188 - martedì 10 settembre 2019
di Saverio Zeni
Più informazioni su
San Piero - Fortezza. Ma quel cantiere non viene chiuso?
San Piero - Fortezza. Ma quel cantiere non viene chiuso? © n.c.

Nel 2018 avevamo raccolto le lamentele di alcuni abitanti di Via delle Fortezza a San Piero a Sieve, documentando la consistente perdita d’acqua attiva da almeno 2 anni. Finalmente i lavori sono stati realizzati, ma gli stessi residenti lamentando il problema della mancata smobilitazione del cantiere chiedono come mai l'intervento non viene definitivamente concluso. A seguire la lettera arrivata in redazione in merito alla questione:

Buongiorno, vi devo fare una segnalazione riguardante sempre il "benedetto" acquedotto di San Piero a Sieve col deposito situato in via della Fortezza. A maggio il Comune e Publiacqua hanno incaricato una ditta a svolgere i lavori per sanare la famosa perdita che, grazie al vostro intervento (articolo qui), è stata ripristinata.

Il fatto è che da maggio il Comune ha decretato il divieto di parcheggio nella zona di accesso dei mezzi da lavoro quali camion, ruspe, auto e furgoni degli addetti ai lavori. Nel primo periodo i vigili hanno fatto incetta di verbali anche alle auto parcheggiate con il retro di qualche cm oltre il cartello, ma su quello purtroppo non possiamo controbattere, hanno ragione e il cittadino paga.

Per arrivare al nocciolo della questione i lavori sono stati ultimati in data 3 agosto e la ditta incaricata ha lasciato il parcheggio (pubblico, ci mancherebbe) invaso dai detriti della risulta, da materiali da lavoro quali tubi, curve e altro sempre relativo alle tubazioni, anche una bella ruspa con tanto di benne di ricambio, il tutto chiuso o meglio recintato dalle transenne da cantiere, rendendo inutilizzabile il parcheggio che per noi residenti in Via della Fortezza risulta essere fondamentale, anche perché le zone limitrofe sono a tutt'oggi invase dai cartelli di divieto di parcheggio.

Inoltre, e cosa ancora più grave, è che hanno praticamente distrutto la strada vicinale di proprietà di vari condomini che porta sia all'acquedotto ma anche ai garage delle case circostanti. Vi invio alcune foto per farvi rendere conto del dissesto della strada e dell'invasione ingiustificata del parcheggio. Per non parlare poi del dissesto idrogeologico in caso di forti temporali, già ne abbiamo avuto un assaggio in questi giorni con terra e mota portata a valle per la forte pendenza della strada. Ti prego di poter intervenire con la redazione visto che la situazione persiste oramai da più di un mese senza vedere l'ombra di un operaio o capocantiere che dir si voglia.

Ti ringrazio tanto, L.T.

 

Lascia il tuo commento
commenti