Paolo Superbi (Vaglia). Riflessioni sulla campagna elettorale

Attualità
visibility916 - giovedì 04 luglio 2019
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Paolo Superbi (Vaglia). Riflessioni sulla campagna elettorale
Paolo Superbi (Vaglia). Riflessioni sulla campagna elettorale © n.c.

Da Paolo Superbi, candidato sindaco di Alleanza per Vaglia (Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia) riceviamo questa riflessione sulla scorsa campagna elettorale:

Salve, con la presente intendo fare una riflessione sui modi, i tempi ed i risultati della passata campagna elettorale per la elezione del Sindaco e del Consiglio al Comune di Vaglia.

Per la prima volta, ad oltre 55 anni di età, mi sono trovato impegnato come candidato Sindaco alle elezioni amministrative con una lista di coalizione rappresentata da Lega-Forza Italia e Fratelli di Italia; è stato un percorso lungo, articolato e faticoso ma posso affermare che si è trattato di una esperienza positiva che sicuramente ha arricchito la mia persona ed i miei alleati.

Oltre a tutti gli adempimenti amministrativi, utili per potere presentare la lista alla commissione elettorale, anche l’impegno di tempo ed economico è risultato notevole per potere fare opera di propaganda e farsi conoscere dagli elettori; diffusione porta a porta di materiale informativo, allestimento di banchini ed incontri con la cittadinanza sono attività che richiedono tempo ed energie.

Comunque sia quello che spinge ad impegnarsi ed andare avanti è il desiderio di potere essere il rappresentante istituzionale di un modello politico da proporre ai propri concittadini, senza fare valutazioni di utilità egoistica e personale, avendo come riferimento il bene della Cosa Pubblica.

Oltre agli incontri e confronti con la cittadinanza devo dire che la parte più impegnativa della campagna è data dal confronto alla pari fra candidati.

A Vaglia la testata giornalistica OK MUGELLO ha organizzato un incontro fra i 4 candidati Sindaco che secondo me ha rappresentato la giusta e logica conclusione del grande lavoro svolto da parte dei vari candidati e loro sostenitori.

Martedì 21 maggio si è tenuto il suddetto incontro ma purtroppo erano presenti solamente due dei quattro candidati Sindaco e cioè il sottoscritto e Leonardo Borchi; gli altri due candidati, Corona e Sacconi non hanno partecipato e devo dire che ciò mi è molto dispiaciuto.

La mancanza dei due candidati non ha dato la possibilità ai cittadini presenti di potere confrontare i competitori e di conseguenza valutare “dal vivo” la loro presenza, il loro porsi ed il proporsi al pubblico.

Comunque sia, a parte la fugace entrata ed uscita di un candidato che si è precipitato a togliere dal tavolo del confronto una targhetta recante il suo nome e cognome, forse per non lasciare traccia alcuna ai posteri, devo dire che il confronto col candidato Borchi è stato veramente costruttivo e leale, e soprattutto ben apprezzato dai presenti a conclusione dello stesso ed anche nei giorni a seguire.

Lunedì 27 u.s. c’è stato lo scrutinio delle schede e la lista del candidato Borchi ha vinto alla grande sul secondo classificato Sacconi con oltre 300 voti di scarto; credo che merito di detta vittoria sia anche dovuto al fatto che lo stesso abbia condotto una campagna elettorale alla luce del sole senza chiudersi nelle sale frequentate sempre dai soliti affezionati.

Borchi ha tenuto incontri con la popolazione nelle piazze e nei vari centri di aggregazione, pubblicizzando gli incontri sia con supporti informatici e sia con manifesti e col megafono nelle vie e piazze del paese e frazioni ( stile Italia del miracolo economico con popolazione ad alto senso civico e tanto buon senso ), insomma stando in mezzo alla gente e entrando nelle case con la sua voce amplificata dagli altoparlanti montati sul suo mitico fuoristrada denominato “ Talebano”.

Penso che parte del risultato conseguito sia da ricercare nella capacità di Borchi e dei collaboratori di coinvolgere gli elettori in carne ed ossa e non dietro noiose riunioni preconfezionate; le persone hanno bisogno del contatto fisico, di toccare i propri simili, sentire il loro odore e non di vederli da lontano col binocolo!!

Ad avvalorare la mia tesi anche il fatto che sabato scorso c’è stata a Vaglia una merenda cena organizzata dal comitato “ Per Vaglia- Leonardo Borchi Sindaco”, a cui hanno partecipato tanti cittadini e cittadine, in un clima sereno, partecipativo e, soprattutto di confronto costruttivo; anche io, nonostante rappresenti quello che si può definire la opposizione alla lista del Sindaco, sono stato ben felice di contribuire alla riuscita dell’evento, portando un po' di vino rosso per poterlo bere insieme e confrontarsi con persone serie e leali.

A mio parere il Comune di Vaglia costituisce un laboratorio che meriterebbe una puntuale ed approfondita analisi socio politica da parte di autorevoli studiosi per la partecipazione al voto ed i flussi elettorali che si discostano dalla media dei comuni simili.

Saluto e chiedo cortesemente di potere rendere partecipi i lettori di OK MUGELLO della presente.

Cordialità e buon lavoro.

Paolo Superbi ( Vaglia )

 

Lascia il tuo commento
commenti