Sgomberata casa occupata da Rom. Accade a Pontassieve

Attualità
visibility696 - mercoledì 24 maggio 2017
di Matteo Bruni
Più informazioni su
Sgomberata casa occupata da Rom. Accade a Pontassieve
Sgomberata casa occupata da Rom. Accade a Pontassieve © n.c.

Lunedì 22 maggio alle 10.30 è stata sgomberata un’abitazione in Via Colognolese 1/c (Pontassieve) da tempo occupata da diverse persone di etnia Rom, più un altro paio di cittadini italiani.

L’immobile, appartenente alla società Mida Milano Srl, era stato occupato dal gruppo di persone, pare in conseguenza ad un iniziale subaffitto in nero, divenuto occupazione in mancanza dei pagamenti. L’Ufficiale Giudiziario, con l’ausilio della Tenenza dei Carabinieri e della Polizia Municipale di Pontassieve, ha eseguito lo sgombero dello stabile (chiamato dal gruppo “Casa della Pace e dell’Accoglienza”). Tra gli occupanti anche una persona che si definisce Presidente della Associazione Nazione Rom.

Lo sgombero è avvenuto in conseguenza dell’ordinanza emessa dal Giudice della Corte di Appello del Tribunale di Firenze, M. Picone, dello scorso 20 giugno 2016, al termine di un procedimento richiesto dalla proprietà. L'ordine di rilascio dell'immobile è stato contestato dal gruppo di Rom, con l’Avv. S. Caloni che ha presentato istanza presso il Giudice M. Ferreri per sospendere l'esecutività dello sgombero

Presenti anche i servizi sociali del Comune, con l'Assistente S. Ceccherini. Sembra che tra gli sgombrati ci fosse anche un presunto invalido civile, oltre che qualche bambino. Secondo il rappresentante del gruppo, sarebbero state delle denunce nei confronti dei proprietari per diffamazione, per le quali ci sarebbero delle procedure in corso. E addirittura il rappresentante dell’Associazione Nazione Rom sostiene di aver iniziato uno sciopero della fame per protesta.

Si vedrà che cosa accadrà nei prossimi mesi, e che piega prenderà la situazione. Certo è che molti cittadini della zona avevano espresso forte malumore per l’occupazione, che si sommava all'aumento di alcuni fenomeni criminosi, come i furti in abitazione avvenuti nel quartiere del Fossato. Non possiamo dire, certo, che gli abusivi ne fossero responsabili, ma la casa occupata (con un frequente andirivieni di persone) ha destato non poca preoccupazione nel vicinato, visto appunto anche l'aumento dei fenomemi di criminalità nella zona.

 

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti