Dorna e la MotoGp al Mugello. Due opinioni critiche

Da parte del mugellano Claudio Ticci (Cambiamo Insieme) e di Francesco Torselli (Fratelli d'Italia)

Attualità
visibility557 - sabato 18 giugno 2022
di Redazione
Più informazioni su
MotoGp al Mugello
MotoGp al Mugello © N. C.

La riflessione di Ticci, che ironizza anche sulla parola Dorna:

GP MUGELLO: QUALCOSA CHE NON "DORNA"

Sul GP Mugello c'è qualcosa che non mi torna. Tante (giuste e comprensibili) dichiarazioni ma nessuno che dica qual'è una delle verità...la dura e scomoda verità.

Dorna Sports è una società spagnola creata negli anni 90 dalla Banca Banesto e gestisce la parte commerciale di eventi sportivi (prevalentemente motociclistici).

Dorna ha perso circa 90 milioni di euro nel 2020 dopo aver visto ridurre di quasi il 30% il proprio fatturato (circa 200 milioni di euro)

L’azienda ha sempre attribuito le perdite alla pandemia oltre che alla mancata vendita di biglietti dovuta alle gare a porte chiuse.

Nel 2021 i ricavi sono in rialzo, certamente superiori all’anno scorso, ma comunque inferiori al 2019.

Ovviamente l'azienda, come la quasi totalità delle imprese e società, ragiona con le spietate regole del mercato ovvero la massimizzazione del profitto.

Dispiace deludere qualcuno ma questa è una delle verità. Se il gioco non vale più la candela non ci penseranno due volte.

Piuttosto cerchiamo di rendere il nostro territorio più "attrattivo" potenziando le opere e le strutture e magari rendendo efficienti i collegamenti con il Mugello.

#mugellocircuit 

#MugelloGP 

#mugello

E quella di Torselli:

Firenze, 17 giugno 2022: “Le parole di Espinosa della Dorna fanno male a tutti gli appassionati di motori. Il MotoGP deve rimanere al Mugello, in caso contrario sarebbe un grave fallimento. 

Le nostre istituzioni (Regione Toscana, Comuni e Governo) dovrebbero pensare più seriamente a rendere moderni i nostri autodromi, anziché limitarsi a respingere al mittente le critiche. Siamo sicuri che sia stato fatto tutto il possibile? Siamo sicuri che i nostri autodromi siano all’avanguardia? Per quanto riguarda il Mugello, c’è da dire che quella struttura sconta il fatto di essere mal collegata con i centri più importanti del Paese, nonostante la vicinanza dall’A1. È sempre un delirio arrivare e uscire dal Mugello nei giorni di motomondiale con la propria vettura, ed arrivarci con i mezzi pubblici è praticamente impossibile. Inoltre l’autodromo del Mugello ha un problema legato al rumore, chi abita nelle vicinanze non è adeguatamente protetto dal frastuono delle corse.

Le critiche della Dorna, seppure eccessive, hanno però un fondo di verità. Dobbiamo ammettere che questo è stato il primo Motomondiale in cui non gareggiava Valentino Rossi e tutti sanno che il Mugello è la cattedrale del popolo giallo. Gli spagnoli, anziché fare critiche premature, dovrebbero dare tempo ai fan di Valentino di affezionarsi alle nuove leve del motociclismo italiano: Marini, Bezzecchi, Bastianini, Digiannantonio e Bagnaia”. Così Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia nel consiglio regionale toscano.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mugelli Giampiero ha scritto il 21 giugno 2022 alle 08:24 :

    oggi in Italia non esiste più niente di Italia, l'Italia è in mano e gestita da società straniere in ogni campo sport compreso. Dovuto ad un tumore mondiale chiamato: Globalizzazione. oppure da manovre speculative bancarie internazionali del liberalismo massonico mondiale, che ha portato insicurezza sociale e del lavoro. Privando in Italia il futuro per i giovani costretti a andare all'estero per sopravvivere, togliendo all'Italia rinnovo e progresso. Privando pure gli anziani di una vita dignitosa, ignorando famiglie disagiate per mancanza di lavoro e quel poco che c'è è solo per mesi pure per settimane e mal pagato. Rispondi a Mugelli Giampiero