Giani a Borgo all'hub piscine: Vaccini vero argine, ora importante immunizzare i bambini

Ha ricordato anche che la Toscana, con i 19mila contagi del 4 gennaio, dovrebbe aver superato il picco. E che è favorevole ad un lockdown per i non vaccinati: ecco perché

Attualità
visibility1760 - venerdì 14 gennaio 2022
di Redazione
Più informazioni su
Giani al centro vaccinale di Borgo
Giani al centro vaccinale di Borgo © OK!Mugello

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, insieme al direttore della Asl Paolo Morello Marchese, a sindaci e amministratori mugellani, ha visitato oggi (venerdì 14 gennaio) l'hub vaccinale aperto proprio oggi al centro piscine di Borgo San Lorenzo. "Abbiamo sempre più la dimostrazione - ha dichiarato Giani - che sono i vaccini il vero argine nei confronti del Coronavirus. Quindi è importantissimo diffondere gli Hub sul territorio. Ed è importante che nel Mugello, in questo territorio strategico, stasera abbia già fatto 550 vaccinazioni e che per domani abbia in programma per i bambini 350 vaccinazioni. E' un contributo veramente significativo".

Giani a Borgo ha ricordato che in questa fase la vaccinazione ha consentito di vivere il Covid da casa. La malattia, ha spiegato infatti, non arriva più agli alveoli del polmone ma si ferma nella parte più superficiale e alta dell'apparato respiratorio. Una mimore intensità che consente di curare il Covid da casa.

E ha poi ricordato che il quattro gennaio, con 19mila contagi, la Toscana avrebbe superato il picco. Con numeri ora in discesa (oggi sono stati 11mila). Tutto questo, ha detto Giani, grazie al fatto che la Toscana è la prima regione in Italia come immunizzazione. Ricordando anche l'importanza, ora, di immunizzare i bambini. 

"Sono ancora più favorevole a un lockdown per i non vaccinati. I non vaccinati - ha detto risponedendo ad una domanda - non sono più qualcosa di indifferente per il sistema. Ma riempiono le postazioni dove si fanno i tamponi, facendone uno al giorno. E la gran parte delle file sono determinate da questo loro 'abuso' del tampone". Ha poi aggiunto: "Riempiono gli ospedali, basta andare a Careggi per rendersi conto che il 70% dei posti Covid sono di persone non vaccinate. Addirittura l'84% di persone che finiscono in terapia intensiva sono non vaccinate". 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Simone Zaccherelli ha scritto il 17 gennaio 2022 alle 11:30 :

    Leggere questi commenti mi reso veramente felice.. vedo con gioia che sempre più persone si sono stancate delle bugie degli uomini delle istituzioni. È l'ora di far capire a questi "personaggi" che o iniziano a raccontare tutta la verità sulla questione COVID e relativi "vaccini", o non ci sarà posto dove potranno nascondersi quando la giustizia inizierà a cercarli.. Rispondi a Simone Zaccherelli

  • Mugelli Giampiero ha scritto il 16 gennaio 2022 alle 19:38 :

    Finiamola con questi numeri come il 70% dei ricoveri sono dei non vaccinati. Conosco diverse persone tra Vicchio e Borgo sono state ricoverate pure con due dosi di vaccino; cioè non è un vaccino qualcosa che ha un effetto di 5 mesi e ci possiamo infettare e infettare gli altri. In due anni di Speranza e compagnia non è cambiato niente, un fallimento evidente che tutti ne sono consapevoli. Faccio queste dichiarazioni vaccinato con due dosi Rispondi a Mugelli Giampiero

  • Simone Zaccherelli ha scritto il 16 gennaio 2022 alle 04:46 :

    Come può un membro delle istituzioni continuare a sostenere queste tesi, quando ormai è accertato che il vaccino non ferma il contagio, e non solo, non impedisce di andare di andare in terapia intensiva? Io sono un padre di un bambino di 7 anni, e non sottoporrò mai mio figlio ad una sperimentazione di un "cosiddetto" vaccino, ormai palesemente inefficace, se non dannoso... Rispondi a Simone Zaccherelli

  • Franco luzi ha scritto il 16 gennaio 2022 alle 01:24 :

    Giani è un altro Biden, un genio Rispondi a Franco luzi

  • Franco luzi ha scritto il 16 gennaio 2022 alle 01:21 :

    Giani deve fare compagnia a Biden Rispondi a Franco luzi