Recrudescenza del cinipide, accordo con la Regione. Via al campionamento

Saranno raccolti 100 campioni di galle

Attualità
visibility353 - martedì 20 luglio 2021
di Nicola Di Renzone
Più informazioni su
Un castagneto mugellano
Un castagneto mugellano © N.c.

A seguito delle segnalazioni pervenute a partire dalla primavera 2021 in merito alla recrudescenza del cinipide del castagno sul territorio dell'Unione, l'Amministrazione ha deciso di accogliere la richiesta di collaborazione con Regione Toscana e CREA Firenze per verificare il livello di presenza del parassita.

Pertanto, da oggi (20 luglio) si avvia la raccolta di 100 campioni di galle proprio a partire dalle aree da dove sono pervenute segnalazioni. Successivamente, i campioni verranno consegnati al CREA per le analisi. Lo scopo è quello di verificare il tasso di parassitizzazione (ovvero la presenza del Torymus sinensis, antagonista del  cinipide) all'interno delle galle in modo da stabilire se questa sia sufficiente per combattere il parassita.

Si ricorda che la campagna di lanci di Torymus sinensis intrapresa dal 2011 al 2015, portò a risultati eccellenti che permisero di "salvare" i nostri castagneti da frutto, importanti sia dal punto di vista ecologico, forestale che economico per le nostre zone.

 

Lascia il tuo commento
commenti