#16 Paolo Hendel. Risate e altri anticorpi

Francesca Apricena Le interviste di Francesca
visibility293 - OkMugello - lunedì 06 settembre 2021
Francesca con Paolo Hendel
Francesca con Paolo Hendel © OKMugello

Un tormentone musicale della metà degli ottanta cantava “L’estate sta finendo” a firma del duo italiano Righeira. E per allungare ancora un pò l’estate, almeno con qualche risata, vi propongo, cari amici, l’intervista a Paolo Hendel che sono riuscita a realizzare il 1 di Agosto nel corso di uno spettacolo a Vicchio di Mugello.

Paolo Hendel si esibito nello spettacolo “Toscanacci” con l’intento di riportare la comicità nella sua dimensione salvifica e liberatoria, tanto da dispensare consigli per invecchiare senza andare nel panico, spaziando da  Leopardi alle badanti, dai supernonni alle bufale in  rete, dalle carceri al sesso. 

Come non ricordare, poi, Paolo Hendel nei panni del cinico e spietato uomo d’affari CarCarlo Pravettoni, inventore dei biscotti all’asfalto oppure il pandoro pandofix che non perde lo zucchero a velo grazie a un sottile strato di colla. Il successo di Hendel inizia con le sue numerose partecipazioni al Maurizio Costanzo Show per passare poi alla conduzione di un programma su Rai3 “I martedì di Paolo Hendel”. Diventa celebre per i suoi discorsi, che spaziano dalla politica al sesso, dai fumetti allo sport.

Sicuramente i più lo conoscono per la parodia di Wanna Marchi, ma in particolare si è concentrato innanzitutto sulla politica, con una satira pungente su Silvio Berlusconi, in tempi non sospetti rispetto alla sua discesa in campo. Nei primi anni novanta partecipa ad alcuni film del conterraneo Leonardo Pieraccioni, mentre le sue uniche partecipazioni televisive sono su Montecarlo. Successivamente,  lo ricordiamo per la partecipazione al programma della Gialappa's Band Mai dire Gol e nel film “Tutti gli uomini del deficiente”, prodotto proprio dalla Gialappa's Band.

Insomma un istrionico artista che mi ha regalato tante risate e spero che lo sia anche per voi.

Lascia il tuo commento
commenti