Vicchio: Fioccano le polemiche sulla nomina di Bolognesi. Dopo Donzelli anche le associazioni delle vittime

Redazione OK!Mugello

Vicchio: Fioccano le polemiche sulla nomina di Bolognesi. Dopo Donzelli anche le associazioni delle vittime

Vicchio: Fioccano le polemiche sulla nomina di Bolognesi. Dopo Donzelli anche le associazioni delle vittime
05/06/2019

Dopo la nota polemica da parte del deputato di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli, arrivano in redazione ulteriori note indignate da parte dell’Associazione Vittime del Forteto e del Comitato minori abbandonati dallo stato al Forteto.

Nota del Comitato minori abbandonati dallo stato al Forteto.

Con enorme stupore e amarezza apprendiamo la nomina ad assessore di Alessandro Bolognesi, nella neo giunta comunale di Vicchio. Sicuramente il neo sindaco Filippo Carlà Campa avrà le sue motivazioni, che noi tuttavia ignoriamo, poiché abbiamo un ricordo ben diverso dell’assessore.  Abbiamo pensato ad un ironico scherzo quando abbiamo letto la nomina. Dagli atti del processo, che ricordo si è concluso con più condanne, emerge che il Signor Bolognesi veniva a mangiare al Forteto nella mensa della villa e usufruiva di trattamenti “privilegiati ” per l’alloggio del cavallo con cui passeggiava. Una dinamica settaria avvenuta sotto il suo naso nel periodo da sindaco. Non che sia stata direttamente colpa sua, ma non si è mai degnato di scusarsi al termine delle condanne processuali né tantomeno ha mai preso posizione. Ha conferito il premio ‘Giotto di Barbiana’ al Forteto, rimosso dopo le molte segnalazioni di Caterina Coralli. Non felici, Fiesoli fu eletto nel consiglio di Barbiana. Ora che il Signor Bolognesi è diventato assessore potrà certamente riprendere a fare i propri interessi. In un Paese in cui il Ministro della Giustizia chiede scusa per gli errori commessi dallo Stato nella vicenda Forteto, la piccola amministrazione premia il merito dell’ omertà.  Un paradosso della realtà odierna.

Nota di Sergio Pietracito presidente dell’Associazione Vittime del Forteto

Alessandro Bolognesi conferitore del prestigioso Giottino d’oro al Fiesoli, nel 2013 mi ha querelato sul “nulla”. Non ero io la persona che a torto o a ragione, ha riferito in commissione Regionale del suo uso frequente a condizioni vantaggiose del maneggio del Forteto. Ebbene, quella querela, poi puntualmente cestinata, ha permesso il tentativo della difesa Fiesoli di eliminarmi come testimone. Due ore di attesa per questo scherzetto (dalle 9 alle 11) il 10 gennaio 2014, dove con la mia testimonianza (proseguita poi il 20 e 21 gennaio) si apri’ la fase dibattimentale del processo “Fiesoli +22”. Aggiungo che sulla circostanza il suo buon compagno di fede (in tutti i sensi) Leonardo Romagnoli fece un editoriale in chiave d’ inchiesta romanzata che meriterebbe oggi di essere riletta.
Lasciando in pace l’abbagliato buon Leonardo, complimenti invece al neo-rinato amministratore e alla tanto paventata discontinuità Vicchiese.

ps.in quella seduta oggetto di querela, non avevo neanche pronunciato la lettera B. di questo fantomatico Bolognesi… per la cronaca;

scuse mai pervenute

Nota del deputato di Fratelli d’Italia, Giovanni Donzelli: 

“A Vicchio (Firenze) il neo sindaco Filippo Carlà Campa ha nominato assessore Alessandro Bolognesi, sindaco dal 1990 al 2004, che a lungo ha dato credito al Forteto, come struttura di accoglienza e rieducativa, e a due pregiudicati per violenza su minori come Fiesoli e Goffredi. Nel 2003 conferì alla cooperativa agricola il ‘Giotto d’Oro’, onorificenza civica dell’amministrazione vicchiese: un fatto ancor più grave perché ignorava che quella realtà produttiva non era accreditata in alcun modo ad accogliere bambini. Ecco il ‘nuovo corso’ del Partito democratico: il rinnovamento sulla vicenda Forteto è solo a parole”. Lo afferma il deputato di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli.

“Sono sconcertanti le parole con le quali l’allora sindaco Bolognesi motivò il premio al Forteto”, sottolinea Donzelli. Secondo Bolognesi il Forteto, che si trova proprio nel comune di Vicchio, aveva “saputo collegare e mantenere saldamente viva una straordinaria vocazione solidaristica ad una attività imprenditoriale di grande rilievo”, come si legge nelle ragioni del conferimento del Giotto d’Oro. Definì la struttura un “sicuro punto di riferimento per famiglie ed istituzioni dello Stato per l’attuazione di programmi di recupero ed integrazione che hanno consentito, a coloro che erano caduti in situazioni di forte disagio fisico e psichico, in particolare minori in tenera età, di ritrovare una vita normale e gli affetti umani e familiari che erano stati tremendamente traditi”. “Vogliamo augurarci – conclude Donzelli – che tutta la comunità mugellana si ribelli a questa decisione offensiva, prima di tutto nei confronti delle vittime, e costringa il nuovo sindaco a rimuovere Bolognesi dal ruolo che gli è stato affidato”.

A seguire il comunicato del neo sindaco di Vicchio, Filippo Carlà Campa che annuncia la composizione della sua Giunta:

SINDACO Filippo Carlà Campa: 54 anni, farmacista, ex Vice Sindaco nel 1999, attivissimo nel mondo dell’associazionismo locale, è stato Presidente della Pro Loco e del Jazz Club od Vicchio.
Con le deleghe: Marketing del territorio; Cultura; Partenariato; Politiche giovanili, Polizia municipale; Protezione civile; Rapporti Istituzionali; Sviluppo economico; Turismo; Ascolto e Partecipazione.

VICESINDACO e ASSESSORE Laura Bacciotti, 51 anni, Commercialista, assessore al bilancio, sport e personale dal 2009. La più votata alle ultime elezioni del 26 maggio con 182 preferenze.
Con le deleghe: Bilancio; Processi di riorganizzazione; Personale; Ragioneria; Tributi; Finanze,

ASSESSORE Franco Vichi, 61 anni, Consigliere Comunale dal 1990 al 1996, ex dirigente d’azienda.
Assessore esterno, con le deleghe: Comunicazione; Finanziamenti e Contributi; Ambiente; Politiche energetiche; Casa, Sanità e Welfare; Società Partecipate.

ASSESSORE Sandra Pieri, 43 anni, manager nel settore del turismo, neo eletta Consigliere Comunale.
Con le deleghe: Scuola, Sport, Trasporti e Associazionismo.

ASSESSORE Alessandro Bolognesi, 61 anni, ex Sindaco dal 1990 al 2004, funzionario Poste Italiane.
Assessore esterno, con le deleghe: Lavori pubblici; Urbanistica; Patrimonio; Viabilità; Consorzi stradali; Rapporti con le frazioni.

La riunione di insediamento del Consiglio Comunale è programmata per il 13 giugno alle 14:30 nella sala consiliare del Municipio

Articoli Correlati

Redazione OK!Mugello


Redazione OK!Mugello

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA