Teatro di Paglia. Nelle Giornate Rinascimentali premio per le compagnie amatoriali

Lorenzo Bartolini

Teatro di Paglia. Nelle Giornate Rinascimentali premio per le compagnie amatoriali

Teatro di Paglia. Nelle Giornate Rinascimentali premio per le compagnie amatoriali
21/02/2017

In vista delle due Giornate Rinascimentali del Palio del Diotto, sabato 2 e domenica 3 settembre, dopo il successo dell’anno passato, il Gruppo Teatrale “FraMENTI diVERSI” assieme alla ProLoco di Scarperia, l’Unione Italiana Libero Teatro e con il patrocinio del Comune di Scarperia e San Piero, ha indetto la seconda edizione della Rassegna di Teatro Amatoriale dal nome “Premio Teatro di Paglia delle Giornate Rinascimentali”.

Questa iniziativa, aperta a tutte le compagnie amatoriali nazionali, rappresenta un’occasione per portare in scena opere con riferimenti al periodo Rinascimentale, età d’oro del teatro non solo italiano ma anche europeo, ricco di innovazioni stilistiche ed un chiaro richiamo all’arte classica, capace di coadiuvare queste caratteristiche in un teatro popolare.

Le compagnie teatrali saranno infatti chiamate ad esibirsi in mezzo al loro pubblico, senza palco ed impianto audio; l’unico modo per conquistare il plauso della piazza sarà quello di utilizzare al meglio le proprie capacità recitative, capaci di muoversi all’interno degli appariscenti costumi dell’epoca, requisito importante per le rappresentazioni.

È possibile partecipare presentando domanda di partecipazione entro e non oltre il 30 maggio 2017. Tutte le informazioni relative ad i requisiti minimi e necessari per essere valutati dalla commissione, che opererà un’iniziale scrematura, sono reperibili sul sito del Gruppo Teatrale “FraMENTI diVERSI” e su quello della ProLoco di Scarperia.

La commissione avrà il compito di operare la selezione di quattro compagnie ed una di riserva, le quali si esibiranno durante le due Giornate Rinascimentali. Gli spettacoli si svolgeranno la domenica 3 settembre presso il Teatro delle Mura, nel centro storico di Scarperia, dalle ore 15.00 alle ore 18.00. Una giuria stabilirà al termine delle esibizioni quale fra queste vincerà il premio in denaro stanziato per questa iniziativa, oltre ad avere l’onore di effettuare una replica presso Piazza dei Vicari.

Le prime due classificate riceveranno un premio in denaro, mentre un premio non monetario è previsto per coloro che si aggiudicheranno il premio relativo al gradimento del pubblico. Verranno premiati anche il miglior attore protagonista, la miglior attrice protagonista, la miglior regia ed i migliori costumi, oltre ad assegnare a tutte e quattro le compagnia un attestato di partecipazione con Fiorino.

Il regolamento è molto preciso e dettagliato, se ne consiglia un’attenta visione in modo da essere sicuri di rientrare pienamente in tutti i parametri stabiliti. Questa iniziativa, giunta alla sua seconda edizione, rappresenta un’occasione per tutte quelle compagnie teatrali che vogliono mettersi in gioco, le quali avranno il compito, grazie alla propria bravura, i costumi tipici e perché no, anche il dialetto adeguato, di accompagnare gli spettatori riunitisi in piazza in un viaggio all’interno del XV secolo, un periodo di cambiamento da un punto di vista del rapporto con il mondo, con la scienza e con l’arte, intesa nel suo significato più ampio.

Invitiamo dunque le compagnie del nostro territorio e non solo, essendo aperto a tutte le compagnie italiane, a partecipare a questa competizione che andrà ad arricchire le due Giornate Rinascimentali che i primi di settembre colorano Scarperia, donandole un senso di festa ed un profumo di arte.

Ovviamente l’invito è rivolto anche a tutti i potenziali spettatori, chiamati ad assistere ad i quattro spettacoli che si alterneranno in piazza, all’aria aperta, creando quel senso di collegamento fra l’attore e la platea.

Lorenzo Bartolini


Nato a Firenze nel 1991. Laureato in Scienze Politiche (Comunicazione, media e giornalismo) ed attualmente studente magistrale in "Comunicazione pubblica e politica" alla Scuola Cesare Alfieri. Musicista ed aspirante scrittore, non esco mai senza un plettro ed una penna.

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA