Restaurata la lapide dei caduti a Fagna

Aldo Giovannini

Restaurata la lapide dei caduti a Fagna

Restaurata la lapide dei caduti a Fagna
16/08/2019

Fra i tanti eventi e manifestazioni in calendario in occasione della tradizionale festa agostiana a Fagna, come abbiamo avuto modo di scrivere su OK!Mugello, non possiamo non menzionare una semplice ma significativa cerimonia avvenuta domenica 11 agosto 2019, per l’inaugurazione e successiva benedizione di una vecchia lapida marmorea, completamente restaurata, collocata a sinistra della facciata della Pieve di Santa Maria a Fagna dove sono incisi i caduti del popolo di Fagna nella prima Guerra Mondiale (1915/1919).

Dopo la Santa Messa solenne officiata dal pievano di Scarperia don Gianluca Mozzi, tutti i presenti si sono portati all’esterno della chiesa per la semplice cerimonia sopra citata. Dopo l’intervento dell’assessore Marco Casati, ff. di Sindaco, del presidente del “Comitato 2012” Gianfranco Grossi, che ha ricordato tutti gli interventi effettuati nel corso degli anni, (era presente anche il figlio dell’scultore Antonio Berti), don Mozzi, dopo aver menzionato tutti i nomi e cognomi dei caduti di Fagna, ha benedetto la lapide restaurata, così finalmente sono tornati alla luce e alla lettura. Dato che siamo in tema, per dovere di cronaca, e per dare giustamente il merito agli amici del “Comitato 2012” di Scarperia San Piero, presieduto da Gianfranco Grossi, pubblichiamo integralmente le iniziative promosse e sostenute dal Comitato dal 2012 al 2019.

1 – Ripristino complesso bronzeo Annunciazione di Antonio Berti mediante rifusione della statua della Madonna rubata dal Tabernacolo del Ponte di Sieve a San Piero a Sieve.

2 – Costruzione nuovo Tabernacolo per posizionamento complesso bronzeo ripristinato dell’Annunciazione di Antonio Berti nel cortile della magnolia presso la Pieve di San Piero a Sieve dotato di impianto di sicurezza e video sorveglianza.

3 – Restauro conservativo del quadro secentesco di autore ignoto 180 x 120 cm “ I Tre Santi” (Sant’Antonio da Padova, San Tommaso d’Aquino e San Bonaventura da Bagnoregio) posizionato all’interno della Pieve Millenaria di San Piero a Sieve.

4 – Restauro conservativo con smontaggio della copertura di mattonelle policrome di gres ceramico, rifacimento del loro piano d’appoggio e fissaggio delle stesse con malta speciale della Tomba chiniana di Cavicchi Giulia (anno 1910) nel Cimitero Comunale di San Piero a Sieve.

5 – Ripristino dell’iscrizione sulla facciata dell’Ospedaletto di Sosta dell’Ospedale degli Innocenti in località Novoli presso San Piero a Sieve.

6 – Restauro con inserimento di impianto di illuminazione del Tabernacolo nella Piazzetta De’ Cambray Digny in San Piero a Sieve.

7 – Restauro conservativo con smontaggio della copertura di mattonelle policrome di gres ceramico, rifacimento del loro piano d’appoggio e fissaggio delle stesse con malta speciale della Tomba chiniana di Chini Leto (anno 1910) nel Cimitero Comunale di Scarperia.

8 – Inserimento di cornice metallica con vetro di sicurezza e impianto di allarme nella nicchia dell’altare laterale di sinistra (della Madonna) per il posizionamento dell’immagine della Madonna col Bambino attribuita alla scuola del Ghiberti nella Pieve Millenaria di San Piero a Sieve.

9 – Restauro conservativo del Tabernacolo del Ponte di Sasso in località Fagna (Scarperia) con ripristino funzionalità del cancelletto di chiusura, ripulitura statuetta votiva e applicazione targhe rievocative.

10 – Proposta presso il Comune di Borgo San Lorenzo dell’inserimento delle Tombe chiniane di San Piero a Sieve e Scarperia nell’Itinerario Liberty.

11 – Ideazione della cerimonia di commemorazione della Madonna del Conforto presso la Colonna di Piazza in San Piero a Sieve (memoria dei Viva Maria) il giorno 15 Febbraio.

12 – Pulitura e riscrittura della lapide commemorativa dei caduti fagnesi della I guerra mondiale ubicata sulla facciata della Pieve millenaria di Fagna (Scarperia).

Come si legge da queste note, le cose fatte sono state tante e tutte portate a buon fine, grazie alla solerzia, alla passione e al sacrificio di tutti i componenti del “Comitato 2012 – Scarperia San Piero” a cui inviamo, tramite le colonne di OK!Mugello, i nostri complimenti ed auguri.

Foto 1 (in alto) : Da sinistra don Gianluca Mozzi, Proposto di Scarperia, Marco Casati, assessore alla cultura, Gianfranco Grossi, presidente del “Comitato 2012”

Foto 2 (qui sopra) Il momento dello scoprimento della lapide restaurata.

Foto 3 (qui sopra): La lapide restaurata, collocata nel 1921, in ricordo dei caduti di Fagna nella prima Guerra mondiale (1915/1918)

(Foto A.Giovannini)

Aldo Giovannini


Redattore OK!Mugello.

Un commento

  1. Gianfranco ha detto:

    Caro Aldo,

    ti ringrazio per quanto hai scritto in modo puntuale ed esauriente sulla cerimonia di Fagna e per l’elenco degli interventi del Comitato 2012.

    Grazie di nuovo e un caro saluto.

    Gianfranco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA