La Psicoterapia oggi.

Redazione OK!Mugello

La Psicoterapia oggi.

La Psicoterapia oggi.
18/08/2015

backstretch

Come dice il nome, la psicoterapia è rivolta alla cura del disagio psichico; ma quello che il nome non dice anche se ormai è di dominio pubblico, è che la cura avviene mediante un rapporto di entità particolare tra il terapeuta ed il suo paziente, il quale torna, mediante una dinamica mentale, a ristrutturare la propria personalità ed il proprio sé. Ma cos’è il disagio mentale?

Potremmo parlare di decine di tipi di “malattie della mente” opportunamente abbinate alla descrizione clinica, ma probabilmente è più utile in queste pagine considerare la questione da un altro punto di vista: il disagio mentale coincide con l’intima certezza della più perfetta solitudine.

Ogni essere umano depresso, ansioso o comunque affetto da qualunque sofferenza psichica, è certo in se stesso di essere completamente solo, quindi incomprensibile a chiunque. Addirittura potremmo dire che ogni uomo della terra ha in sé questa sicurezza di solitudine che lo rende costantemente vicino ad un malessere. Anche nella condizione di relativa normalità e benessere psichico viviamo nella speranza di sanare la nostra solitudine gestendo la vita di tutti i giorni come possiamo, tuttavia in particolari condizioni questo non avviene e si vive il dramma che porta ad un profondo patimento che si manifesta sottoforma di malessere.

A chiunque sia affetto da disagio psichico non è comprensibile come si possa star bene, così come per chi vive una relativa normalità non è capibile un malessere talmente intenso da motivare la sofferenza mentale. La psicoterapia riesce ad andare al di là del patimento generale e quale sia il vero problema che lo ha generato. L’origine della sofferenza mentale non è praticamente mai come sembra da una prima analisi superficiale. L’origine del problema che ha portato al disagio ha un motivo sempre diverso da quello che appare. Ma quali sono al momento attuale le effettive possibilità curative della psicoterapia?

A questa domanda possiamo rispondere in modo confortante dal momento che con le recenti metodiche si arriva ad una percentuale riuscita assolutamente rilevante tenendo presente che si tratta della condizione più intima e meno accessibile tra quelle presenti nell’essere umano. Anche per quanto concerne la durata della psicoterapia, che varia a seconda delle diverse scuole ed impostazioni, è sempre maggiore la tendenza ad abbreviare il percorso per sanare le circostanze del disagio.

Lo stato dell’arte attuale è quello di una terapia che tenta e riesce ad individuare con relativa precisione l’origine del disagio mentale ed a provvedere ad una nuova impostazione di personalità che consenta l’accesso alla condizione di benessere del paziente, il quale è visto come una entità dinamica in continua variazione da un punto di vista di impostazione di vita e delle opinioni. Possiamo quindi affermare che al momento attuale vi sono le migliori possibilità di provvedere al disagio mentale risolvendo in modo soddisfacente.

Tuttavia molti sono ancora i passi da fare non solo per quanto riguarda la ricerca scientifica vera e propria, ma anche a proposito dello studio dell’uomo nella sua impostazione di vita che non sempre (oppure addirittura solo raramente) deriva da una ricerca sperimentale, nel senso che curare la mente umana richiede una vicinanza emotiva oltre ad un’analisi scientifica approfondita.

Dr. Loris Pinzani

Redazione OK!Mugello


Redazione OK!Mugello

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA