La ricetta del ‘Tegamaccio’. Piatto un po’ ‘peso’ per gli stomaci di oggi. Ma….

Redazione OK!Mugello

La ricetta del ‘Tegamaccio’. Piatto un po’ ‘peso’ per gli stomaci di oggi. Ma….

La ricetta del ‘Tegamaccio’. Piatto un po’ ‘peso’ per gli stomaci di oggi. Ma….
18/12/2011

tegamaccioDai libri di Tebaldo: la rubrica di cucina di OK!Mugello, tratta dagli scritti dello storico ed esperto di cucina mugellano, Tebaldo Lorini. E questa settimana c’è una ricetta che riporta indietro nel tempo, quella del ‘Tegamaccio’.

Si tratta di uno stufato di parti grasse di maiale. Piatto un poso peso per gli stomaci di oggi; da mangiarsi molto caldo in modo che il grasso non rapprenda. Era usato a Barberino quando si ammazzava il maiale.

 

Prendere dei pezzi di maiale con le loro prati grasse attaccate. preparare un soffritto con tutti gli odori, facendoli appassire in un poco di grasso di maiale stesso, aggiungere lo spezzatino di maiale e, dopo averlo fatto rosolare, versare sopra vino rosso e conserva di pomodoro. Si porta la carne a cottura e si serve molto calda. Si consiglia di aggiungere un po’ di peperoncino per rendere lo stufato più digeribile, anche se non è previsto dalla ricetta tradizionale.

Si possono cuocere insieme delle patate a tocchetti che servono per rendere la pietanza meno grassa.

Da Tebaldo Lorini, ‘Mugello in cucina. Storie, prodotti, tradizioni, ricette’

Redazione OK!Mugello


Redazione OK!Mugello

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA