Grande successo per la festa degli alpini a Boccadirio

Aldo Giovannini

Grande successo per la festa degli alpini a Boccadirio

Grande successo per la festa degli alpini a Boccadirio
25/07/2016

Invitati gentilmente dagli amici facenti parte del Coro Alpino del Mugello, affiliato al Gruppo Alpini di Borgo San Lorenzo, sabato scorso 23 luglio 2016, in occasione di un pellegrinaggio al Santuario della Madonna di Boccadirio a Baragazza, ( Castiglion dè Pepoli), organizzato nel ricordo di tutti gli alpini andati “avanti” e in suffragio di tutti i caduti delle guerre.

È stato un atto molto bello ed altrettanto significativo, poiché nel mezzo a tanti alpini di tutto il territorio (Sezione di Bologna, Sezione di Firenze e diverse sezioni del Mugello e dell’Alto Mugello), erano presenti anche diversi congiunti di alpini, come sopra scritto, che purtroppo hanno lasciato questo mondo andando “avanti” come usa dire nel benemerito Corpo degli alpini.

Dopo il ritrovo nel bellissimo ed ampio spazio antistante della Basilica mariana, accolti dal parroco, tutti gli alpini, i loro famigliari ed altrettanti amici al seguito, sono entrati nella Basilica seguendo le norme di Papa Francesco, passando dalla Porta Santa Giubilare, adornata da tanti fiori.

Molto sentita e partecipata la Santa Messa concelebrata (era presente anche Mons. Alberti già ordinario militare), che accompagnata dal Coro Alpino del Mugello diretto dal Maestro Alpino Paolo Martelli, con all’organo la Prof. Marilisa Cantini, ha dato un tocco struggente e bellissimo alla cerimonia religiosa, eseguendo canti sacri ed alpini (molto struggente ed emozionante “Signore delle Cime”), che hanno suscitato ampi consensi con addirittura gli applausi finali.

Nonostante che il tempo proprio nel momento del “rancio” si è messo al brutto, gli alpini com’è loro caratteristica non si sono persi d’animo e grazie alla disponibilità del parroco del Santuario, dallo spazio adiacente al bosco dove era stato predisposto il tutto, in breve tempo gli alpini hanno apparecchiato e servito il “rancio” (allestito dal gruppo di Firenzuola) nei lunghi ed ampissimi porticati che contornano la Basilica. Poi il sole finalmente ha fatto capolino e la festa è andata avanti fra canti, l’immancabile “sgnappa”, ma più che altro tanta e genuina amicizia.

Quante cose potremmo imparare da questa gente che tanto danno e niente chiedono. Siamo venuti a conoscenza che il giorno successivo, domenica 24 luglio 2016, ecco ancora il Coro Alpino del Mugello accompagnare la Santa Messa delle ore 11 nella Pieve di San Silvestro a Barberino di Mugello. Bravi; non si stancano mai. Complimenti, auguri e avanti così.

FOTO 1 BOCCADIRIO

Interno della Basilica della Madonna di Bocca di Rio durante la Santa Messa in suffragio degli alpini defunti e per i caduti di tutte le guerre.

foto 3 PieveLa facciata della Pieve di San Silvestro a Barberino di Mugello

(Foto cronaca di A.Giovannini)

Aldo Giovannini


Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

2 commenti

  1. Giuliano ha detto:

    VIVA GLI ALPINI, L’UNICA VOCE DI UNA ITALIA CHIAMATA PATRIA!

  2. teresa ha detto:

    VIVA GLI ALPINI !!

Comments are closed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA