Londa. Sarà il vicesindaco Barbara Cagnacci a guidare il centrosinistra alle prossime elezioni comunali.

Martina Stratini

Londa. Sarà il vicesindaco Barbara Cagnacci a guidare il centrosinistra alle prossime elezioni comunali.

Londa. Sarà il vicesindaco Barbara Cagnacci a guidare il centrosinistra alle prossime elezioni comunali.
04/02/2019

La candidata Sindaco alle prossime Elezioni Amministrative di fine Maggio di Londa per la coalizione di centrosinistra sarà l’attuale vicesindaco Barbara Cagnacci; a comunicarlo il partito. Cagnacci succederà per la corsa alle comunali l’attuale primo cittadino di Londa Aleandro Murras. Quest’ultimo, infatti, già in carica da 2 legislature aveva già da tempo comunicato al Gruppo di maggioranza la sua intenzione di non candidarsi per il terzo mandato consecutivo.

Questi i ringraziamenti volti dal Gruppo di CentroSinistra all’attuale Primo Cittadino:

“La coalizione Centrosinistra per Londa coglie l’occasione per esprimere al Sindaco Murras stima e apprezzamento per il lavoro svolto in questi due mandati che lo hanno visto lavorare ogni giorno, con capacità, onestà e volontà di tutelare il bene pubblico e il paese a ogni livello istituzionale, difendendo sempre i valori di solidarietà, giustizia sociale, cultura, libertà e democrazia e realizzando opere fondamentali per la comunità, ancora più preziose in momenti di enormi ristrettezze finanziarie per gli Enti Locali. Cercando inoltre l’interesse, il coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini, operando sempre
in modo collegiale per valorizzare al meglio le competenze della squadra della giunta e dimostrando una grande capacità organizzativa e progettuale per reperire le risorse necessarie; al tempo stesso ha posto le basi, tutto il lavoro preliminare e i finanziamenti necessari, per portare a compimento infrastrutture di altrettanto spessore. Oltre alle opere materiali, il Sindaco Murras, insieme alla sua Giunta, ha saputo rafforzare la vocazione turistica di Londa, avvalorando il suo ruolo di porta fiorentina del Parco Nazionale Foreste Casentinesi curando lo sviluppo della rete escursionistica, preesistente e di nuova realizzazione, che permette a Londa di essere a pieno titolo dentro la carta dei sentieri del Parco e la lega saldamente, in senso proprio e figurato, all’area protetta. In particolare, ha saputo cogliere e imprimere un modello di sviluppo del paese, attraverso l’affermazione di una economia circolare che passa per la valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti tipici, primo tra tutti la pesca Regina di Londa, dando vita insieme a tutti i soggetti coinvolti (produttori, trasformatori, negozi, ristoranti, bar e strutture ricettive) alla Filiera della pesca Regina di Londa e degli altri prodotti agroalimentari che saprà essere motore di sviluppo sostenibile della nostra comunità.

Ed è proprio la stessa coalizione di Centrosinistra ad essere convinta che Barbara Cagnacci, come l’attuale Murras, saprà essere la persona giusta per guidare il Comune di Londa, per le competenze e la passione politica dimostrate negli anni in cui ha ricoperto le cariche di Assessore e Vicesindaco.

Martina Stratini


Determinata, realista e ambiziosa. Amo il settore del giornalismo per il quale sto studiando all'Università di Scienze Politiche "Cesare Alfieri" di Firenze con ramo in "Studi in Comunicazione". Sono redattrice della rivista "Edera: La Cultura Cresce ovunque" mensile cartaceo per ragazzi ideato, realizzato e distribuito nelle edicole da un gruppo di ragazzi fiorentini. Sono anche responsabile stampa della squadra di calcio femminile Vigor CF, con sede a Rignano sull'Arno. Sono appassionata di fotografia ed il mio sogno nel cassetto è quello di lavorare un giorno in radio e/o in televisione.

Un commento

  1. chiara soffritti ha detto:

    Non credo sia oro tutto quello che luccica…. Il comune di Londa non è un’amministrazione aperta ai cittadini residenti al di fuori del Comune di Londa. Si relazionano con le persone solo in maniera indiretta cioè tramite il conoscere qualcuno attraverso il sistema dell’ ‘”amico dell’amico”. Alle porte del 2020 lo trovo molto negativo, non degno certamente di un’amministrazione che si professa aperta e multiculturale. Inoltre non apprezzano di certo la disponibilità delle persone, come vogliono invece far credere e far vedere all’esterno, mettendo in cattiva luce chi appunto è disponibile. Preciso che chi è disponibile non ha tra virgolette rubato o tolto qualcosa a qualcuno. L’ho provato sulla mia pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA